Venerdì 14 Marzo 2014

Usura ai clienti del casinò
Sgominata banda cinese

Il casinò di Campione, arrestati tre cittadini cinesi che gestivano un giro di usura ai danni di connazionali

Nel suo centro massaggi - almeno stando ai forum su internet - c’è chi propone l’happy end. Un finale felice che per Chen Shengqiang, cinese di 46 anni con casa a Ponte Chiasso, non c’è stato. Per lui e per altri due connazionali, infatti, sono scattate le manette con accuse che vanno a vario titolo dall’usura all’esercizio abusivo della professione, dalla tentata estorsione alle lesioni.

I carabinieri di Milano hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare a carico di tre cinesi che, secondo l’accusa, avrebbero gestito tour di connazionali nei casinò di Mendrisio e di Campione d’Italia per poter poi prestare loro denaro a tassi d’usura.

Un’attività che sarebbe iniziata nel 2010 e che avrebbe fruttato svariate centinaia di migliaia di euro (200mila già individuati) ai danni di non meno di 23 persone.

© riproduzione riservata