Via cibo, vino e auto vecchie  A Cantù i ladri si accontentano

Via cibo, vino e auto vecchie

A Cantù i ladri si accontentano

Non si ferma la serie di colpi: in periferia svuotata una cascina

E quando non trovano nulla, lasciano gli appartamenti a soqquadro

Si sono presi anche la Fiat Uno vecchia di vent’anni del contadino, caricata con bottiglie di vino e viveri alimentari, anche questi rubati dentro casa.

In un’altra abitazione, hanno fatto sparire i soldi direttamente da un portafoglio, prima di lasciare dietro di sé la solita scia di disordine e caos. Non prima di aver spaccato il vetro di una porta di un appartamento vuoto da qualche anno, con stile da sciacalli, per andarsene senza prendere nulla, risparmiando i quadri dipinti dall’uomo che in passato vi risiedeva.

In un altro caso, i ladri si sono portati via persino quattro pneumatici e due biciclette. La stagione dei furti, a Cantù, sembra non conoscere sosta. Ormai gli episodi commessi dai ladri si susseguono a ritmo quotidiano. In via Galilei qualcuno si sta prendendo la briga di controllare le abitazioni vuote.

Dietro le case di via Fossano attorno al civico 47, dove i ladri in queste sere sono entrati a casa di una 88enne, hanno violato anche un’altra proprietà privata. Non hanno preso nulla degli anziani che vi abitavano, né i cellulari, né il vaso con le vecchie lire, né i dipinti. Perlustrazione e distruzione. Per andarsene con niente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA