Venerdì 17 Gennaio 2014

Villa Guardia, dalla vicina per il tè
Torna e trova la casa svaligiata

Cornelio Cristini davanti alla cassaforte

Ancora un furto in paese e un’altra certezza: i ladri non lavorano solo di notte e operano anche il sabato.

È successo sulla collina tra Maccio e Sordello. Verso le 16.45 Graziella Piubellini, 75 anni, esce dalla sua abitazione e si reca dalla vicina per il tè. Quando torna a casa la brutta sorpresa. «Ho capito subito che erano entrati. Ho trovato tutte le porte aperte, i cassetti aperti, gli armadi spalancati, ma da lì non mancava nulla. Poi sono scesa in cantina e lì ho scoperto che avevano stappato una bottiglia di vino, avevano preso dei bei pezzi di grana e del formaggio, bresaola e salami. Purtroppo avevano anche tagliato la porta della cassaforte, togliendo circa mille euro e i gioielli. Avevano con loro il flessibile perché quello di mio marito era ancora ben riposto».

© riproduzione riservata