Giovedì 11 Marzo 2010

Crisi Sirton, nuove trattative
Spunta un nuovo compratore

Si attende un compratore per la Sirton Pharmaceuticals di Villa Guardia, ci sarebbero contatti attivi in fase avanzata dopo la messa in liquidazione volontaria dell'azienda e si intenderebbe definirne la cessione. Non solo i settori storici, e simbolici, della produzione comasca si debbono scontrare con le difficoltà, ma anche il farmaceutico non si sottrae alla crisi. Per la Sirton sono 57 dipendenti in cassa integrazione straordinaria e i sindacati aspettano qualcosa di concreto dopo la liquidazione volontaria dell'azienda decisa a fine febbraio. La Sirton è un'importante struttura farmaceutica con sede a Villa Guardia, travolta dalla crisi, ma già anche con dei problemi precedenti il periodo nero per l'economia mondiale. <<Siamo in attesa, abbiamo avuto un ultimo incontro lo scorso venerdì ora aspettiamo delle novità relative al possibile acquisto della struttura – spiega Luigi Bartesaghi della Femca Cisl -. Da parte della Sirton si parla di trattative ben avviate, attendiamo si concretizzino. Credo sia la speranza di tutti, anche e soprattutto dei dipendenti>>. La Sirton negli scorsi giorni ha annunciato la messa in liquidazione volontaria e la conseguente cassa integrazione straordinaria per tutti i dipendenti: <<L'azienda si è messa in liquidazione volontaria a fine febbraio, abbiamo quindi avuto un incontro in cui si è aperta la procedura di cassa integrazione straordinaria per la totalità dei cinquantasette dipendenti. In questi appuntamenti è emerso l'avvio di una trattativa per l'affitto di ramo d'azienda. Questi contatti vengono naturalmente monitorati da noi>>.

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags