Autotorino, job day  per sette venditori  Scelti con la prova di squadra
Luca Genini, responsabile Risorse umane del Gruppo Autotorino

Autotorino, job day

per sette venditori

Scelti con la prova di squadra

I ventuno candidati, divisi in due gruppi, si sono cimentati in un role play. Il progetto dell’Academy per la formazione in azienda. «Valutiamo attitudine e passione»

Un Job Day alla ricerca di sette venditori di auto. E quello che si è svolto ieri, nella filiale del gruppo Autotorino a Luisago, con la partecipazione di 21 candidati, scelti dopo una prima selezione attraverso curriculum, che si sono messi alla prova all’interno dello showroom del Gruppo. Il Job Day di Autotorino in provincia di Como arriva dopo quelli di Olgiate Olona e di Curno e si inserisce in un processo di espansione del settore: «Quest’anno abbiamo innovato il percorso di selezione e abbiamo sviluppato la nostra Academy interna», spiega Luca Genini, responsabile risorse umane dell’azienda. Per Autotorino, il Job Day «è una giornata organizzata all’interno dei nostri showroom - prosegue Genini - per dare la possibilità ai candidati di conoscere l’azienda, entrando a contatto con l’attività in modo un po’ diverso dal solito».

La storia e i valori

La giornata di selezione di ieri, nella sede di Luisago, si è svolta a contatto con le vetture, con l’obiettivo di offrire ai candidati l’opportunità di avere un’esperienza diretta dell’attività svolta dal Gruppo: «I nostri job day - spiega Genini - sono un momento importante in cui presentiamo l’azienda, la nostra storia e i valori che ci contraddistinguono. Spieghiamo cosa significa lavorare in Autotorino, le competenze e le attitudini di cui abbiamo bisogno e presentiamo la nostra Academy, un percorso formativo, della durata di un anno, svolto on the job, quindi per consulenti già al lavoro in azienda, in cui si sviluppano tutti i temi legati alla vendita, dalla fiscalità, alle vetture, ai servizi finanziari, assicurativi, fino alla presentazione del prodotto».

Lo sviluppo del mercato rende necessaria la ricerca di nuove figure da inserire in azienda: «Cerchiamo sempre i migliori profili - spiega Genini - e le ricerche dipendono dalla necessità di aumentare la forza vendita per affrontare la crescita del mercato». Sulle qualità dei candidati scelti - dopo il Job Day di ieri, con attività in gruppo e colloqui singoli, si prevede un ulteriore step di selezione -, Genini precisa: «Si può arrivare a coprire questa posizione anche partendo da zero. Quello che noi ricerchiamo è la passione per la vendita e la passione del contatto con la clientela. Non basta di certo essere appassionati del mondo auto, quello che serve è invece un’attitudine commerciale, il piacere di parlare con il cliente, seguirlo e trovare la soluzione giusta per lui, facendogli vivere, allo stesso tempo, un’esperienza di acquisto».

La presentazione

Il Job Day organizzato da Autotorino, nel format proposto ieri anche nella nostra provincia, «è - spiega Genini - un po’ come i Career Day che si fanno all’università con una differenza, che sono i ragazzi a venire in azienda».

Durante la giornata, due venditori del Gruppo hanno presentato ai candidati la loro esperienza di lavoro in Autotorino, prima di procedere a un role play, con la divisione dei ragazzi in gruppi e la richiesta di preparare una presentazione sul tema commerciale e automotive: «Non abbiamo un percorso scolastico che definisce un bravo venditore - conclude Genini – anche se chi ha seguito un percorso più tecnico magari non ama occuparsi del commerciale. Abbiamo figure molto diverse, laureati e diplomati. Quello a cui guardiamo sono le attitudini, cercando nei candidati la passione per la vendita e la capacità di rapportarsi con il cliente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA