Canepa, c’è l’accordo per la cessione
Il quartier generale del Gruppo Canepa a San Fermo della Battaglia

Canepa, c’è l’accordo per la cessione

Controllo della società al fondo Azimut Eltif e ad Invitalia. A Michele Canepa una quota di minoranza - L’imprenditore comasco: «Ingenti risorse personali per chiudere la trattativa, è il partner migliore per il rilancio»

Dopo aver valutato tutte le opzioni a disposizione, Michele Canepa ha deciso di far entrare un nuovo socio straniero nella storica tessitura di San Fermo: si tratta di Muzinch & Co SGR (100% Gruppo Muzinich, gestore del Fondo Azimut Eltif Capital Solution). La svolta è maturata negli ultimi mesi dopo che i precedenti contatti con i tedeschi di Certina non hanno avuto seguito.

Contestualmente all’investitore americano, è prevista, come era già stato anticipato, l’attivazione del Fondo per la salvaguardia dei livelli occupazionali e la prosecuzione dell’attività d’impresa, introdotto dal Decreto Rilancio gestito da Invitalia che assumerà una quota di minoranza nella Canepa. Michele Canepa tiene a far sapere di «aver messo pesantemente mano al portafoglio per chiudere la trattativa» e che «manterrà una quota di minoranza, ma singolarmente più elevata di ognuna delle altre due quote che però operano in concerto».

Entro le prossime settimane è previsto il perfezionamento dell’operazione che consentirà al colosso tessile comasco di rispettare gli impegni presi con i creditori a seguito dell’omologa del concordato preventivo, avvenuta in data 10.02.2020, e dotare la Società di San Fermo delle risorse finanziarie necessarie per il suo pieno rilancio nel mercato dei tessuti e accessori d’alta gamma.

«Tra le diverse offerte ricevute, Canepa ha scelto il miglior partner per ridare impulso al Gruppo - commenta Michele Canepa figlio del fondatore dell’azienda, costituita nel 1966, con l’eredità di un’esperienza di oltre 6 generazioni nel tessile - abbiamo considerato non solo gli aspetti finanziari ma anche l’approccio strategico per concretizzare i piani di sviluppo. Questo ha reso la proposta di Muzinich più convincente per la Canepa di cui il fondo americano ha compreso l’importante valore storico e il grande potenziale di sviluppo economico».

La scelta di questo partner consentirà al Gruppo Canepa l’accelerazione di cui necessita per il raggiungimento dei suoi obiettivi di espansione industriale e commerciale.

Fondata a New York da George Muzinich nel 1988 e attiva in Italia dal 2014, la società ha 12 sedi distribuite negli Stati Uniti, in Europa e in Asia, è specializzata nella gestione del risparmio, istituzionale e privato, ed oggi gestisce circa 38 miliardi di dollari.

In particolare, il Fondo Capital Solution è focalizzato sulle imprese italiane con la strategia di rescue financing, finalizzata a dare liquidità, di breve e medio termine, e supportare attivamente i processi di risanamento delle imprese colpite dalla crisi e per salvaguardare i posti di lavoro, con obiettivi di rendimento compatibili con le capacità finanziarie delle aziende.

Tra gli obiettivi prioritari della cessione quello di salvaguardare posti di lavoro. Attualmente Canepa occupa 270 addetti (compresi i 110 di Tessitura del Salento in uscita) e vanta competenze uniche che ne fanno un’eccellenza del distretto serico.

Contestualmente all’annuncio dell’ingresso del nuovo socio, l’azienda ha comunicato che sarà presente a Milano Unica con la collezione autunno- inverno 22/23, una proposta di tessuti ricchi e preziosi fortemente orientati alla sostenibilità, espressione del suo grande savoir faire , della sua competenza tecnica e della sua fantasia creativa oggi stimolate da una nuova energia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA