«Canepa, primi segnali positivi»

«Canepa, primi segnali positivi»

Le reazioni dei lavoratori all’annuncio dell’impegno da parte del fondo Dea per salvare l’azienda. I sindacati: «Confidiamo che possa essere pagata almeno una mensilità, e speriamo che si apra il dialogo»

Il fondo non solo ha fatto sapere che non intende lasciare Canepa al suo destino: oggi dovrebbe essere presente al doppio confronto in Regione con i rappresentanti sindacali. Un raggio di speranza, dopo giorni terribili per i 450 lavoratori di San Fermo e Cavallasca che hanno anche comprato una pagina del giornale (pubblicata oggi) per raccontare le loro vicissitudini e la rabbia.

«Finalmente un segnale positivo – commenta Doriano Battistin della Filctem Cgil Como – Dopo quello che ho letto sono più fiducioso. In commissione si cita la loro presenza». «Confidiamo che in settimana possa essere corrisposto un acconto in anticipo su gennaio – prosegue Battistin – pagare almeno una mensilità per contribuire a un minimo di sostentamento in questo periodo». C’entra il Natale, su cui riportare almeno un poco il sorriso, ma non solo: ci sono molte incombenze sulle famiglie.

Il servizio completo su La Provincia in edicola oggi


© RIPRODUZIONE RISERVATA