Como giardino del mondo  Sfila con 200mila piante
Andrea Pironi posa davanti al giardino verticale di Israele

Como giardino del mondo

Sfila con 200mila piante

Per la Giornata nazionale di Israele nuove soddisfazioni per le aziende lariane. Con la benedizione dello scrittore Grossman

Un Giardino verticale che sta conquistando i visitatori di Expo. E che in queste ore ha avuto i riflettori puntati grazie alla giornata nazionale di Israele.

Per l’occasione ha fatto il giro del mondo la foto di David Grossman che contempla il giardino verticale del padiglione israeliano, con le piante della Floricoltura Pironi. Lo scrittore che ammira il lavoro fatto per il suo Paese, a pochi giorni dalla benedizione di Michelle Obama per gli orti verticali realizzati dalla Peverelli e dalla Pironi.

Qualche cifra chiarisce lo sforzo della Floricoltura: «Circa 5mila moduli ( ovvero la cassa di dimensione 30 centimetri per 40 che compone la parete), per un totale di circa 200mila piante».

Per la Giornata c’è stato ulteriore sforzo: «Avevamo previsione nei prossimi giorni la fornitura di piantine di mais giovani per sostituire quelle ormai troppo cresciute sulla parete» spiegava Andrea Pironi, immerso nei preparativi. Con una precisazione: «Anche il frumento verrà sostituito dopo la giornata nazionale, il cliente infatti preferisce tenere le piante con le spighe ormai mature almeno fino a oggi e domani (ieri e oggi, ndr), poi anche queste verranno sostituite da piante di frumento più giovani che abbiamo preparato in serra».

OGGI DUE PAGINE SU EXPO, IL TERRITORIO, IL TURISMO E L’AGRICOLTURA


© RIPRODUZIONE RISERVATA