Costumi da bagno  con un bonus green  Presentazione a Como
Giorgia Gregorio e le sorelle Alice e Chiara Virag

Costumi da bagno

con un bonus green

Presentazione a Como

L’evento di Seay a Bellagio con tre campionesse di wakeboard come modelle. L’azienda incentiva il recupero dei capi usati

Il lago di Como scelta come location per la presentazione della nuova collezione di costumi da bagno di Seay, società vicentina con un socio comasco d’adozione, Simone Scodellaro. L’azienda ha la caratteristica di disegnare, produrre e distribuire prodotti attraverso una catena di approvvigionamento corta ed un piano di marketing che incentiva la sensibilizzazione ambientale dei consumatori.

In particolare, Seay ha sviluppato “Re3”, ossia un modello di economia circolare che permette di tracciare ogni singolo capo. Grazie a questo approccio, chiunque acquisti un prodotto dell’azienda vicentina può restituire un capo usato, ricevendo un “green bonus” pari al 20% del valore dell’acquisto. Il capo usato restituito, a seconda delle condizioni estetiche e funzionali, sarà selezionato ed igienizzato dalla cooperativa Insieme per la rivendita o per la donazione. Diversamente, l’usato sarà ritirato dall’impresa trentina Eurotexfilati per una rigenerazione del materiale finalizzata alla produzione di abbigliamento.

Grazie ad un’innovativa interfaccia digitale, ogni singolo capo usato sarà tracciato da un qr code univoco, in modo tale che il cliente possa seguire il percorso di quanto ha consegnato al team di Seay. «Il nostro obiettivo – spiega Scodellaro con il socio Alberto Bressan – è creare capi di abbigliamento che siano alla moda e, nello stesso tempo, rispettosi dall’ambiente grazie ad un approccio volto a minimizzare l’impatto ambientale per quanto riguarda i materiali impiegati, la catena di fornitura e produzione, il packaging utilizzato e l’emissione di Co2 della filiera logistica. Il Modello Re3 – proseguono - si propone come progetto pilota per una più chiara distinzione tra quello che, in ambito tessile, viene normativamente definito bene oppure rifiuto: tale distinzione supporterà il processo circolare di trasformazione degli scarti in nuove risorse per il riuso oppure per il riciclo. Per questo, in collaborazione con gli enti pubblici preposti – dicono ancora Scodellario e Bressan -, si stanno strutturando accordi di programma ad hoc che permetteranno di sperimentare e replicare tale modello; nei prossimi diciotto mesi, il gruppo impegnato nello sviluppo di Re3 analizzerà i dati raccolti per valutarne gli impatti e per definire l’evoluzione del progetto».

Oggi, alle ore 16, il team aziendale presenterà la propria produzione nella location del ristorante Aurora di Lezzeno. Nel corso dell’incontro, si esibiranno con i costumi di Seay tre atlete testimonial dell’azienda, ossia Alice e Chiara Virag e Giorgia Gregorio, campionesse di wakeboard che si allenano sul Lario.


© RIPRODUZIONE RISERVATA