Da Expo a Trento e nel mondo  Il florovivaismo lariano vola
La parete di Trento a cui ha contribuito la Pironi

Da Expo a Trento e nel mondo

Il florovivaismo lariano vola

Peverelli e Pironi tornano a Rho per la triennale. E l’azienda di Vertemate continua con gli israeliani i Giardini verticali

Il florovivaismo di Como ha portato a casa i primi risultati dopo Expo.

L’orto verticale degli Stati Uniti, la pioggia vegetale della Francia e altre presenze prestigiose costituiscono oggi una dote che si può spendere con determinazione. Come avevano auspicato la scorsa primavera durante una serata a Villa del Grumello, firmata dalla Società Ortifloricola Comense Cesare Peverelli e Andrea Pironi portando la voce delle rispettive aziende.

L’effetto concreto? Nell’ex area Expo, ora con la mostra della Triennale, si sono adoperate con ottimi risultati proprio le due aziende.

E la Pironi è reduce da un impegno importante a Trento, dopo l’avventura del Giardino verticale di Israele con Vertical Field: un’altra parete verticale immensa. Né è l’unica novità, perché anche Eataly a Milano ha chiesto il frumento da far “salire” sulle sue pareti.

I DETTAGLI SUL GIORNALE


© RIPRODUZIONE RISERVATA