«Da questo Salone del mobile  passa la nostra riscossa»

«Da questo Salone del mobile

passa la nostra riscossa»

Presentato ieri nel cuore di Citylife l’evento che parte il 14 aprile. Un comparto che sta crescendo grazie alll’export, ma soffre ancora per la domanda interna si racconta. Oggi due pagine sul giornale, guarda i video

Marta Anzani

Marta Anzani

Dalla torre Allianz di MIlano, trentacinquesimo piano, parte la scommessa del Salone del mobile, che è anche una metafora: si vuole puntare in alto e guardare al futuro.

Duemila espositori - compreso un forte drappello di aziende brianzole - sono attesi alla Fiera Milano di Rho dal 14 al 19 aprile. «Ci saranno le nostre eccellenze - ricordava ieri il presidente di Federlegno Roberto Snaidero - e vedo ottimismo tra i colleghi. Il mercato americano sta crescendo, si muove quello cinese. Purtroppo c’è la situazione drammatica legata alla crisi russa».

Ma Salone del Mobile - questa è l’edizione numero 54 - vuole dire anche giovani,entusiasmo, voglia di mettersi in gioco. I grandi designer (come Michele De Lucchi che ieri ha deliziato con la sua visione dell’ufficio) e gli artigiani, ogni operatore nelle aziende, grandi e piccole. Leonardo - si è detto - è ognuno di noi.

OGGI DUE PAGINE SUL GIORNALE


© RIPRODUZIONE RISERVATA