Domenica 19 Ottobre 2014

Daverio a Villa d’Este

«Como patrimonio del mondo»

Cernobbio - Lo storico dell’arte Philippe Daverio a Villa d’Este
(Foto by foto Andrea Butti/Pozzoni)

L’agricoltura montana protagonista al forum di Coldiretti a Villa d’Este nelle parole del monistro Martina, ma anche in quelle dello storico dell’arte Philippe Daverio, da sempre amico di Como. La “mission” di Como e del suo agro-alimentare passano dalla difesa e dalla valorizzazione dell’agricoltura montana.

«Hanno avuto una funzione fondamentale in questi anni - ha concordato il ministro Maurizio Martina - e ancora di più la devono avere nel futuro. Nella nuova Pac (la Politica agricola comune) 2014-202 si è previsto un rafforzamento di questa funzione dell’agricoltura montana attraverso maggiorazioni degli stanziamenti, un sostegno finalizzato alla tutela del territorio e al mantenimento della vitalità dei contesti socio-economici più a rischio». E Daverio: «Anche qui da voi - ha sottolineato il critico e storico d’arte - oltre a dover valorizzare l’agricoltura montana e i suoi prodotti, i suoi contadini che, come in tutta Italia, devono diventare i “giardinieri del Paese”, avete il problema dell’abbandono dei piccoli, piccolissimi centri rurali montani, la piaga della loro decadenza. Un problema a cui è necessario fare fronte e per far questo è necessario usare i fondi europei. Del resto non va dimenticato che il lago di Como è un patrimonio mondiale».

Su La Provincia in edicola il 19 ottobre una pagina sul tema.

Cernobbio

© riproduzione riservata