Decollo per D-Orbit
Fusione
e quotazione in Borsa

Nuova svolta per la società comasca con base a Fino Mornasco che avvia la ricerca di una nuova sede tra Como e Milano. «Risorse finanziarie e partner esperti sono fondamentali»

Decollo per D-Orbit Fusione e quotazione in Borsa
Un lancio di D-Orbit dalla storica base di lancio di Cape Canaveral

D-Orbit si fonde con Breeze e si quota in borsa: la società combinata avrà un valore d’impresa stimato di circa 1,28 miliardi di dollari.

La giovane azienda con sede a Fino Mornasco e leader nel mercato della logistica e del trasporto spaziale ha annunciato che si quoterà in Borsa attraverso una aggregazione aziendale con Breeze Holdings Acquisition Corp, società di acquisizione per scopi speciali già nel listino azionario. La transazione conferisce all’azienda un valore d’impresa di circa 1.13 miliardi di euro.

Per guidare la prossima fase di crescita di D-Orbit, la nuova società sta collaborando con The Bolden Group, un consorzio Usa con una vasta esperienza spaziale e aerospaziale. In ogni caso D-Orbit intende rimanere in Italia e tra Como e Milano, dove è nata e dove ha l’attuale sede.

Le prospettive sono di crescita, ma il nuovo importante impulso ricevuto dalla quotazione sul mercato estero agisce su un trend che già nel 2021 ha visto l’assunzione in D-Orbit di oltre 70 nuove persone nelle sue sedi europee: oltre all’headquarter comasco, c’è una filiale a Lisbona, Portogallo e una ad Harwell, Regno Unito, oltre alla sede di Washington DC, Usa.

È in atto uno studio di fattibilità per l’inevitabile cambio di sede dovuto all’aumento dei volumi di produzione e di personale: serve uno spazio più grande e che sia idoneo non sono agli uffici e alla ricerca e sviluppo, ma anche per la “clean room”, il laboratorio dove si assemblano i componenti per l’industria spaziale, poi inviati in tutto il mondo. C’è quindi un piano di sviluppo in questa direzione, fanno sapere dal Gruppo all’indomani della fusione e quotazione, ma la società, rassicurano, rimane italiana. Complessivamente i dipendenti sono 150, a Fino Mornasco sono circa il 70. Proprio per tutelare i collaboratori che sono di Como, Milano o delle zone intermedie, la nuova sede è ricercata nella zona.

Le risorse umane

Lavorano a D-Orbit ingegneri aerospaziali, informatici, delle telecomunicazioni anche alla prima esperienza ma con un background accademico importante. Per la parte relativa alla produzione sono stati ingaggiati anche molti giovani appena usciti dalle scuole professionali che hanno superato una selezione severa, appena arrivati in azienda ricevono subito responsabilità importanti e la curva di apprendimento è molto ripida.

L’azienda è specializzata nella fornitura di trasporto satellitare nello spazio per clienti commerciali e istituzionali e ha progettato una soluzione flessibile e conveniente per il rilascio in orbita di satelliti, la piattaforma ION Satellite Carrier che posiziona i satelliti in orbita più velocemente, riducendo in maniera sostanziale il tempo necessario tra il lancio e il posizionamento e abbassa i costi di produzione perché aggrega più elementi, permettendo un minor numero di lanci e riducendo i costi complessivi di propulsione.

La società continua a essere guidata dai suoi fondatori: il Ceo Luca Rossettini e il responsabile commerciale Renato Panesi.

L’obiettivo

«D-Orbit è stata fondata con la missione di rendere possibile l’espansione nello spazio e alimentare la nuova economia spaziale e la transazione che stiamo annunciando è un importante passo avanti verso i nostri obiettivi - ha detto Luca Rossettini - abbiamo fatto enormi progressi nello sviluppo. La partnership con Breeze e The Bolden Group ci fornisce risorse finanziarie e partner esperti che ci aiuteranno ad accelerare gli investimenti in nuove soluzioni e a fornire servizi ad alto margine di rendimento e supporto alle costellazioni di satelliti, il cui numero sta crescendo in maniera esponenziale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True