Sabato 28 Settembre 2013

Guariniello: «Le imprese

vigilino sui cantieri affidati»

Guariniello (al centro) al dibattito dei Periti
(Foto by Stefano Bartesaghi)

La crisi, specie nel settore edile, mina il rapporto tra sicurezza e lavorato. Con un sostrato di piccole disattenzioni figlie del fatto che «le grandi imprese appaltatrici, che hanno il compito di stabilire la sicurezza per chi opera nei cantieri, non lo fanno in maniera adeguata».

Ieri pomeriggio al Grand Hotel Imperiale di Moltrasio nell’ambito del convegno «Testo Unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro» organizzato dal collegio dei periti industriali di Como, il procuratore aggiunto di Torino, Raffaele Guariniello, non fa sconti a chi ha precisi obblighi nei confronti di chi opera tra ruspe, cemento e gru.

Quei «committenti» che - è lui stesso a dirlo - non possono certo disinteressarsi di come operano le imprese cui subappaltano parti delle opere, tantomeno delle accortezze messe in campo a tutela dei lavoratori, siano essi regolarmente assunti, oppure no.

OGGI I SERVIZI COMPLETI SUL GIORNALI

© riproduzione riservata