La Cina ora vuole investire da noi «Turismo e design, siete i numeri uno»
La convention si è aperta ieri e proseguirà fino a sabato

La Cina ora vuole investire da noi
«Turismo e design, siete i numeri uno»

Riuniti centinaia di esponenti della nuova classe imprenditoriale
«L’obiettivo: creare una rete di imprese per portare qui i nostri capitali»

La Cina si sta attrezzando sempre di più per fare investimenti in Europa e come base operativa ha scelto Campione d’Italia.

Si è tenuta infatti ieri la giornata inaugurale della prima edizione dell’”Europe Chinese Entrepreneurs Convention”, che fino a sabato riunisce al Casinò diverse centinaia di esponenti di una nascente realtà imprenditoriale.

L’obiettivo dichiarato dall’artefice della convention, Steven Luo, è quello di contribuire alla crescita economica europea: «Noi giovani imprenditori di seconda generazione possiamo e dobbiamo essere il tramite per portare sempre più capitali cinesi in Europa».E così il Casinò di Campione è stato il teatro della nascita di una rete imprenditoriale che punta a portare un enorme somma di investimenti in Europa.

Le possibilità italiane e comasche sono state sottolineate molto bene da Bing Xiang, professore alla Cheung Kong School of Business di Pechino, considerata la più importante scuola di business cinese, ed uno degli ospiti più illustri della convention: «Dalla cultura al design, dalla moda al turismo, il vostro paese ha molto da offrire. Sicuramente questa zona è una delle migliori per quanto riguarda il turismo ed il design per l’arredamento, il che la rende molto appetibile per il mercato cinese».

La convention è stata presentata da Zhang Xiaobei, presidente di Guang Hua Media: «Italia e Cina hanno un modo di fare impresa molto simile, soprattutto nel tessuto europeo. Tolte infatti le grandi acquisizioni con capitale cinese, prevalgono le piccole-medie imprese, credo che questo sia un vantaggio per trovare dei punti cardine di dialogo comune».


© RIPRODUZIONE RISERVATA