L’Ape con il forno a legna  Street-pizza made in Como
L’Ape Regina in funzione nel parco di Villa Erba

L’Ape con il forno a legna

Street-pizza made in Como

Il progetto messo a punto da due soci per eventi e matrimoni. Il debutto a Laglio, adesso la vogliono per un evento in Arabia Saudita

Un’idea innovativa, una passione condivisa, un architetto, un tecnico carrozziere, la festa dei figli, sono gli ingredienti di una ricetta vincente.

ApeRegina è un’Ape Piaggio in stile vintage con un forno a legna montato sul cassone e affiancato da un banco da lavoro con tutti gli ingredienti necessari per preparare la pizza. Non è solo il pizzaiolo a impastare, guarnire e cuocere, ma ciascuno può cimentarsi nell’esperienza di plasmare e gustare il proprio panetto di pasta, ed è subito festa.

L’apecar che porta il gusto della pizza ovunque, e soprattutto alle feste, è nato, proprio, dal dualismo tra il concept dell’architetto Filippo Renoldi e la capacità di fare di Alberto Landini, direttore tecnico di una carrozzeria ed esperto di restyling di macchine. «La pizza è una passione comune che ci lega da parecchio tempo – spiega Renoldi - abbiamo fatto tanto training, abbiamo accumulato tanta esperienza nel cucinare pizze. Abbiamo solo trasformato questa passione in un’attività divertente».

L’idea è arrivata durante la festa di compleanno dei figli: «Abbiamo visto e apprezzato come i bambini giocavano con la pasta, la gioia della pizza, e così abbiamo pensato di abbinarla al discorso delle feste e dei festeggiamenti».

Il debutto

Una novità che è stata introdotta prima di tutto nella location per eventi e matrimoni, Villa Regina Teodolinda a Laglio la cui ristrutturazione è stata seguita dello studio di architettura di Renoldi, e che è piaciuta molto, soprattutto agli stranieri che sul lago vengono a sposarsi:«Abbiamo potuto vedere le dinamiche dei clienti e capire cosa proporre. Il concept che abbiamo realizzato, ad esempio, è molto aperto, alla portata di tutti, e ci consente di far partecipare la sposa con noi all’esperienza del “fare la pizza”. In particolare americani, arabi, russi e cinesi amano il nostro lago e la pizza». Così l’ApeRegina prosegue il suo cammino di crescita, iniziato nel 2014, assecondando anche le richieste più diverse e stravaganti come quel party sul terrazzo su cui l’ape è arrivato grazie a un elicottero. «Abbiamo avviato un contatto per portare un mezzo sulle piste da sci di una nota località turistica invernale».

Medio Oriente

Un servizio festa che, con ingredienti di prima qualità e coinvolgendo i festeggiati nella produzione e distribuzione conviviale, consente di contenere i costi facendo diventare il servizio ancor più appetibile. Molti dei contatti viaggiano sul passa parola, altri su internet – il sito è in italiano, inglese e russi – altri ancora attraverso gli eventi b2b con wedding planner e catering. «Stiamo avendo un buon riscontro. Arrivano belle proposte come ad esempio quella che riguarda un’operazione tra il Bahrain e l’Arabia Saudita. Ci hanno chiesto di essere presenti con l’ape con la pizza, su un ponte di tre chilometri, per consentire a chi vi transita di fermarsi e far conoscere i colori della cultura italiana».


© RIPRODUZIONE RISERVATA