L’artigiano e i suoi operai  «L’articolo 18 è nel cuore»

L’artigiano e i suoi operai

«L’articolo 18 è nel cuore»

Nell’azienda di Mario Zappa, che non le ha mandate a dire a Renzi. E che oggi dice: «Basta lamentarsi, facciamo proposte per andare avanti»

L’articolo 18? «Io ce l’ho qui, sul cuore». Mario Zappa accoglie il presidente di Confartigianato Como Marco Galimberti, durante la tappa della troupe de La7 a Orsenigo e osserva così: «Tasse, problemi... Non abbiamo più lacrime per piangere. Vogliamo andare avanti. Facciamo proposte. Partendo dall’alleggerimento dei vincoli sull’imprenditore, perché se non può assumere con una certa libertà, dove si va a finire?».

Zappa, di finire non ha alcuna intenzione. Perché ama il suo lavoro e tiene ai suoi operai. Alcuni sono con lui da più vent’anni: «Dove andrebbero? Per me non sono i miei dipendenti, sono persone, come di famiglia. E conosco mogli e figli».

Qui si fa meccanica di precisione. Tutti hanno imparato in questo capannone, assicura Zappa indicando i dipendenti immersi nell’impegno quotidiano, anche questo sabato : « Ma quale scuola. Si sono formati qui, da me».

Se non è tenero con «l’ex sindaco di Firenze», ce l’ha con Maurizio Landini: «Lo invito a venire qui, nella mia azienda. Una giornata, eh. A dirigerla. Non ho mai fatto un’ora di cassa integrazione».

L’INTERVISTA COMPLETA SUL GIORNALE DI OGGI


© RIPRODUZIONE RISERVATA