Lusso formato green  Tenuta dell’Annunziata  punta su natura e benessere
Tenuta dell’Annunziata, relais immerso nel verde

Lusso formato green

Tenuta dell’Annunziata

punta su natura e benessere

Avvio promettente della stagione per il relais che dispone di un “bosco bioenergetico” di 13 ettari. Percorsi di meditazione, picnic e lettura tra gli alberi

Si registra una domanda in continua ascesa per il turismo verde . Una tendenza che nel nostro territorio è stata recepita da Tenuta de l’Annunziata che con il suo bosco bioenergetico di 13 ettari - il più grande d’Europa - offre una full immersion nella natura per ritrovare il proprio equilibrio fisico e mentale.

Grazie a questa caratteristica unica, il Natural relais punta a diventare meta eco-rural d’elezione nella stagione 2021, appena iniziata. Una stagione ancora condizionata dall’emergenza sanitaria che limita gli spostamenti internazionali, perlomeno in questa fase.

Sulla terrazza

«A dieci giorni dalla riapertura siamo soddisfatti - spiegano i fratelli Adriano, Elisabetta e Arianna Guffanti - i segnali sono positivi: l’occupazione della struttura, al momento, è all’incirca del 50%, tendenzialmente in crescita; la clientela è in prevalenza italiana, ma stiamo ricevendo richieste e prenotazioni anche dall’estero, soprattutto Francia, Belgio, Inghilterra, Germania e dalla vicina Svizzera. Stiamo lavorando bene anche con il ristorante Quercus, aperto anche agli esterni, grazie agli ampi spazi della terrazza che offre la possibilità di pranzare e cenare all’aperto, in tutta sicurezza».

A fare de l’Annunziata un luogo unico è sicuramente il bosco, per questo è stata incrementata la offerta di servizi proprio in questo parco del benessere a cielo aperto. Ad arricchire i benefici e ormai noti effetti del Forest Bathing (letteralmente “Bagno di Foresta”) da quest’anno c’è un nuovo rituale: un massaggio sensoriale che, grazie all’uso di oli ed essenze aromaterapiche, scioglie le tensioni e riduce lo stress ripristinando l’equilibrio mente-corpo-spirito. Il raggiungimento di un rilassamento profondo genera così detossinazione e tonicità, sensazioni amplificate dal contesto ambientale in cui il trattamento viene realizzato.

Le casette dei libri

Altra novità è l’allestimento tra gli alberi di tre casette in legno dotate di una piccola selezione di libri per praticare il book crossing e concedersi una lettura avvolti dal silenzio. Per il piacere del palato, torna il “Pic-Chic nel bosco”: a ogni ospite vengono consegnati un cestino, un telo e una dettagliata mappa del percorso bioenergetico per orientare l’esperienza sensoriale nei luoghi di maggior beneficio. E per chi volesse liberare la mente e beneficiare appieno delle proprietà terapeutiche delle piante, un’insegnante di meditazione offre percorsi dedicati.

«È questa totale immersione nella natura che fa dell’Annunziata un centro all’avanguardia per la pratica della Forest Therapy, una disciplina di origine giapponese che aiuta a sviluppare una maggiore consapevolezza di sé e del mondo attraverso il contatto con la natura» evidenziano i fratelli Guffanti che hanno scelto di coltivare a tutto campo la sostenibilità affiancando al ristorante orti e serre «Ogni prodotto servito in tavola arriva dalle nostre coltivazioni e fattorie, c’è anche un apiario per la produzione del miele, il bosco dona frutti ed erbe per marmellate, succhi, tisane e per la linea cosmetica».

La struttura è green anche dal punto di vista energetico: gli ospiti hanno la possibilità di ricaricare le auto elettriche attraverso una colonnina dedicata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA