Orsenigo: Eldor 4.0,   assunti  20 giovani laureati
Da sinistra: Marco Ferrando, Pasquale Forte, Beppe Fumagalli, Fabio Storchi e Luca Manzoni

Orsenigo: Eldor 4.0,

assunti 20 giovani laureati

Il caso dell’azienda comasca protagonista al Manifacturing Forum del Sole 24ore. «L’industria 4.0 non è solo tecnologia, ma anche pensiero». Duemila dipendenti, 250 milioni di fatturato

L’industria 4.0 passa anche da un rapporto costruttivo con le banche e Pasquale Forte, al Manifacturing Forum del Sole24ore, porta l’esperienza della Eldor.

Consolidata con l’investimento per il nuovo stabilimento negli Stati Uniti. Ma intanto a Orsenigo l’azienda continua a correre. Anche con nuove assunzioni? «Certo – spiega a “La Provincia”– abbiamo preso una ventina di giovani ingegneri a Como negli ultimi tre mesi».

Perché l’industria 4.0 non è solo tecnologia: è fatta di persone e di mentalità al passo con i tempi. L’ha ribadito l’imprenditore comasco durante la tavola rotonda moderata dal giornalista Marco Ferrando con il presidente di Federmeccanica Fabio Storchi (Comer Industries), il chief executive officer di Candy Beppe Fumagalli e il responsabile corporate di Banco Bpm Luca Manzoni.

La finanza per l’industria 4.0 e per restituire competitività al sistema Italia, era il tema di questa parte del forum. Forte ha potuto portare la storia di Eldor, da lui fondata nel settore dei televisori e poi rapidamente passata al mondo dell’automotive, cogliendo attimo e occasione. Al centro anche l’investimento sul nuovo stabilimento Usa, in Virginia, che – conferma poi – sta rispettando la tabella di marcia, ovvero fine 2017, inizio 2018: «Siamo in time» commenta sorridendo.

L’investimento è di 75 milioni di dollari e offrirà altri 350 posti di lavoro. Non è il primo passo di Eldor in America e con 2mila dipendenti in tutto il mondo e un fatturato sopra i 250 milioni, aveva già quattro stabilimenti produttivi in Italia, Cina Turchia e Brasile, oltre a filiali tecnico commerciali in altri Paesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA