Prima villetta smart  in Italia  Il primato è brianzolo
La villetta smart realizzata a Bulciago

Prima villetta smart

in Italia

Il primato è brianzolo

L’immobile è stato realizzato a Bulciago ed è frutto della partnership di 3 colossi tecnologici: LG, Vaillant e SMA

Una casa completamente domotica, alimentata dall’energia solare, capace di gestire in maniera intelligente e proattiva tutti i flussi energetici domestici e dialogare con la termoregolazione della pompa di calore per il riscaldamento e raffrescamento. Succede a Bulciagoo dove grazie alla partnership di 3 colossi della tecnologia è stata realizzata la prima casa pilota sul territorio italiano con un cuore intelligente – il Sunny Home Manager di SMA – che, non solo monitora i consumi dell’abitazione e l’autoproduzione di energia, ma è anche in grado di dialogare con la pompa di calore per il riscaldamento ed effettuare in maniera automatica le operazioni programmate di funzionamento, al fine di ottimizzare il consumo energetico e utilizzare in maniera efficiente l’energia fotovoltaica dell’abitazione.

Il progetto è stato reso possibile grazie alla collaborazione di tre partner tecnologici: LG Chem ha equipaggiato l’impianto da 3,8 kWw con la batteria da 10kWhh; Vaillant ha progettato il sistema di riscaldamento ibrido (elettrico e gas) e SMA che ha fornito il cuore tecnologico della soluzione: l’inverter Sunny Boy 4.0, il Wallbox SMA EV Charger per la ricarica dei veicoli elettrici e il Sunny Home Manager 2.0, che consente a tutti gli elementi di dialogare.

Valerio Natalizia, Regional Manager South Europe di SMA, commenta: «Siamo molto orgogliosi di questo progetto totalmente innovativo, il primo di una lunga serie, che mette in pratica l’idea di Smart Home sviluppata per il mercato residenziale. Lavoriamo da anni percorrendo le nuove tendenze tecnologiche e guidiamo lo sviluppo nel campo delle energie rinnovabili. Questo progetto ci avvicina alla casa del futuro, una smart home con ridotte emissioni, interconnessa con le altre tecnologie attraverso sistemi di intelligenza artificiale, in grado di apprendere in maniera automatizzata i comportamenti di consumo delle utenze, e capace di far dialogare tutte i dispositivi attraverso una piattaforma comune, in grado di attivare, ad esempio, raffrescamento e riscaldamento in materia preventiva in base all’energia disponibile. Un passo decisivo per la riduzione dei costi energetici e per un uso più consapevole dell’energia».

La villetta monofamiliare riesce a raggiungere un’autosufficienza energetica dell’80%, con un risparmio sui costi in bolletta e una riduzione delle emissioni di CO2 che può superare le 3 tonnellate l’anno. La realizzazione ha beneficiato della detrazione del 50% per le nuove costruzioni ed è stimato un tempo di ritorno dell’investimento di circa 6 - 7 anni.

Stefano Bocchi, titolare di Impianti Moderni, società che ha curato l’installazione, commenta: «È una best practice del settore che rivoluzionerà il modo con cui viene gestita l’energia. È la prima casa in Italia capace di far dialogare in maniera attiva il fotovoltaico col generatore di calore, con un livello di integrazione altissimo. Non si tratta soltanto di accendere e spegnere la caldaia: la potenza del Sunny Home Manager consiste nel fare dei ragionamenti intelligenti utili a massimizzare l’efficienza in base ai consumi e all’autoproduzione. Sfruttando al meglio l’energia fotovoltaica e e la batteria ad alto voltaggio posso decidere di far scaldare l’acqua della caldaia oppure, quando le condizioni cambiano, di prelevare l’energia di cui necessita l’intera abitazione dalla rete o dalla batteria. Questo consente la previsione di potenziali risparmi in maniera automatizzata ed estremamente semplice per i proprietari di casa».

Il signor Paolo Rupani, proprietario dell’abitazione di Bulciago ha dichiarato: «In quanto installatore di impianti elettrici, pompe di calore e climatizzazione non potevo che optare per una soluzione affidabile, sicura e altamente tecnologica, l’unica in grado di assicurare questo notevole livello di connessione. Come proprietario di casa, sto già riscontrando un ingente risparmio dei consumi e, di conseguenza, una riduzione direttamente in bolletta. È sufficiente settare il sistema la prima volta per renderlo autonomo e indipendente. Questo, unitamente ai report giornalieri consultabili direttamente dall’app, rende la gestione energetica nella quotidianità comoda, semplice e conveniente».


© RIPRODUZIONE RISERVATA