Sabato 03 Gennaio 2009

Saldi, partenza fredda nelle città
Un vero assalto solo agli outlet

Sfida alla crisi attraverso i saldi che oggi sono partiti sotto la pioggia a Roma, Milano, Palermo e in altre grandi città, mentre a Napoli la caccia agli acquisti è cominciata da ieri. Un avvio segnato da sconti base dal 50%, ma contrastato da valutazioni divergenti sull'andamento delle vendite.

Per l'Osservatorio nazionale Federconsumatori, che si basa sui primi dati da città e luoghi campione, la situazione è peggiore di quanto previsto. «Se tale andamento dovesse continuare anche nei prossimi giorni - afferma in una nota insieme a Adusbef - dovremmo rivedere al ribasso le nostre stime e cioè che solo il 40% anzichè il 45% delle famiglie italiane sarà coinvolto negli acquisti, con una spesa pochissimo superiore a 300 euro, anzichè 317, a famiglia».

Negativi anche i commenti di Codacons, secondo il quale a Roma, ad esempio, c'è stata una "falsa partenza", con cali di acquisti del 20% o di Federconsumatori Campania, che registra per ieri una flessione a Napoli del 30%. A Torino un sondaggio della Confesercenti rileva che gli acquisti ci sono stati, ma la gente ha speso meno e con più oculatezza e il calo si attesterebbe intorno al 10%.

Respinge le valutazioni allarmistiche invece il vice presidente della Confcommercio di Roma, Roberto Polidori, per il quale i primi segnali (le lunghe file davanti ai negozi e centri commerciali e la presenza di turisti) 'lasciano ben sperarè. Mentre da Genova il presidente di Confesercenti, Patrizia De Luise e il presidente di Ascom Confcommercio Paolo Odone esprimono cauto ottimismo.

In attesa di consuntivi più precisi, oggi intanto i centri di tutte le città interessate ai saldi, si sono riempite di gente, nonostante la giornata fredda e gelida. Folle di potenziali clienti che hanno animato per tutto il giorno via del Corso, via Condotti e piazza Colonna a Roma, via Montenapoleone e via della Spiga a Milano. Ma anche i grandi magazzini e i centri commerciali nelle periferie e gli outlet. Alle 9.30 di stamattina si registravano già quattro chilometri di coda in direzione del 'Serravalle outlet', in provincia di Alessandria.

Tutti a caccia di affari, ma ben attenti a non farsi ingannare. Non sfugge ormai più a nessuno che molte griffe cominciano a offrire i loro prodotti in saldo alla clientela più fedele già da metà a novembre. Quest'anno inoltre da un mese, in alcuni negozi nel quadrilatero della moda a Milano, ad esempio, anche i clienti non abituali venivano incoraggiati all'acquisto con sconti fino al 40%. «Se funziona davvero così - ha detto una signora in via della Spiga a Milano - Vorrei sapere cosa trovo io oggi nelle boutique..».

Ma il desiderio di conquistare un prodotto firmato ha spento molti dubbi. Come hanno dimostrato le file davanti ai negozi più griffati, da Prada a Gucci, code dovute, il più delle volte, al contingentamento degli ingressi.

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags