Lunedì 30 Marzo 2009

Tagliate le tariffe luce e gas,
da aprile risparmio di 92 euro

Dopo le stangate del 2008, l'anno in corso continua a dare ossigeno, sul fronte delle tariffe energetiche, alle tasche dei consumatori. Gli aggiornamenti varati dall'Autorità per l'energia per il secondo trimestre 2009 fanno scattare dal primo aprile un nuovo 'tagliò alle bollette, dopo quello partito a gennaio: il calo è del 2% per l'elettricità e del 7,5% per il gas. Tradotto in spesa corrente, il risparmio sarà di 92 euro su base annua.
Ed è in arrivo anche un bonus gas, simile a quello operativo per l'energia elettrica, che consente sconti medi del 20% per le famiglie meno abbienti e per gli ammalati costretti ad utilizzare apparecchi elettromedicali salvavita. ´Lo renderemo operativo entro giugno - ha annunciato il presidente dell'Authority, Alessandro Ortis - e sarà retroattivo a inizio 2009ª.
Da aprile, quindi, il prezzo dell'energia elettrica scenderà a 16,799 centesimi di euro per kilowattora, quello del metano a 73,41 centesimi di euro per metro cubo. In ribasso del 5% anche il Gpl (gas di petrolio liquefatto) distribuito in rete, con una minore spesa di 35 euro su base annua per una famiglia tipo. A consentire la revisione è la discesa del prezzo del petrolio, che da mesi ha invertito la rotta, lasciando i picchi raggiunti quest'estate, quando sfiorò i 150 dollari, e posizionandosi intorno a quota 40-50 dollari. Giovedì il barile era risalito sopra i 54 dollari. Tra venerdì e oggi è ridisceso, riportandosi sotto la soglia dei 50. Un livello, questo, che consente di margini di manovra sui prezzi di luce e gas.

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags