Una bottiglia d’autore
Premio design
ad Acqua Chiarella

Selezionata per l’ADI Index e progettata da Lorenzo Palmeri. «Innovazione estetica e funzionale»

Una bottiglia d’autore Premio design ad Acqua Chiarella
Symposion, la bottiglia di design di Chiarella

Acqua Chiarella Symposion è tra i prodotti selezionati per l’edizione 2021 dell’ADI Design Index, la pubblicazione annuale di ADI Associazione per il Disegno industriale che raccoglie il miglior design italiano messo in produzione, selezionato dall’Osservatorio permanente del Design ADI.

Un risultato di grande importanza che premia l’eccellenza e il design: i prodotti inseriti nell’ADI Design Index 2021 sono infatti preselezionati per il Premio Compasso d’Oro ADI 2022 e per il Premio Nazionale per l’Innovazione patrocinato dalla Presidenza della Repubblica.

Formato inedito

Acqua Chiarella Symposion 0,70 è un formato inedito per la industry ed è stata progettata dall’architetto Lorenzo Palmeri che ha creato una bottiglia scultura in grado di catturare ed esaltare l’acqua, un contenitore che svela il contenuto, un nuovo tappo, un’etichetta non etichetta. Un prodotto di design unico che crea una relazione tattile tra oggetto e fruitore. Un progetto che è anche un’interpretazione del mondo quello proposto da Palmeri che, nel disegnare la nuova bottiglia in vetro, spoglia il contenitore di ogni contenuto superfluo per svelate l’acqua: la limpidezza, le caratteristiche intrinseche di perfetto bilanciamento di sali minerali, la leggerezza.

«Dopo esserci confrontati con materiali, filiere e un ciclo produttivo particolarmente lungo come quello del vetro, questo riconoscimento conferma che le intuizioni dell’architetto Palmeri e dell’azienda sono corrette e che questa è la direzione giusta – commenta Andrea Vaccani, amministratore delegato Acque Minerali Val Menaggio –. La bottiglia in vetro 0,70 Chiarella Symposion porta nel nostro settore una forte innovazione estetica e concettuale che ci è stata riconosciuta anche da ADI. Un prodotto iconico, immediatamente riconoscibile e capace di raccontare la nostra identità in maniera nuova e innovativa».

La motivazione

Un premio motivato per il design, la qualità progettuale, l’estetica e l’innovazione, ma anche per la capacità di armonizzarsi con le regole della filiera e del processo produttivo di una bottiglia in vetro.

«Entrare nella selezione dell’ADI Design Index, preselezione del Compasso d’Oro, è un riconoscimento importante per questo progetto ambizioso, che ha trovato un posto nei gesti e sulle tavole degli italiani - sottolinea Lorenzo Palmeri, ideatore della bottiglia Chiarella Symposion -. Un presidio del territorio dell’eccellenza e del design proprio del Dna di Chiarella fin dalle sue origini e che accompagna la visione della terza generazione al timone dell’azienda».

«Siamo entusiasti di questo ennesimo riconoscimento ed orgogliosi di competere con uno dei più antichi e autorevoli premi di design al mondo – conclude Andrea Vaccani –. Dopo la vittoria dell’If Design Award 2021 arriva un’ulteriore conferma della qualità del lavoro svolto. Ma non ci fermiamo. Stiamo infatti lavorando a un progetto pluriennale di rebranding con la creazione di nuovi formati e lo sviluppo di quelli esistenti, con un punto fermo intorno a cui ruotare: creare valore al prodotto e alla sua narrazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}