Asso, il secolo del Circuito del Lario  In cento sulle moto d’epoca
La foto ricordo dell’evento e alcuni dei numerosi partecipanti al centenario del Circuto del Lario (Foto by bartesaghi)

Asso, il secolo del Circuito del Lario

In cento sulle moto d’epoca

L’appuntamento che ha caratterizzato gli anni Venti e Trenta tornerà con cadenza biennale

Le strade non sono più quelle polverose degli anni Venti e Trenta, le moto sono lucide e curatissime come non erano allora, i vestiti non sono proprio perfettamente d’epoca ma sabato 24 luglio con neppure troppa immaginazione sembrava di essere tornati ai tempi in cui sul Circuito del Lario si sfidavano Tazio Nuvolari e Achille Varzi, Tenni, Ascari e Pagani, i fratelli Ghersi, Ruggeri ed Arcangeli. Sfide di polvere, olio motore e sudore. Ieri per tutta la giornata ad Asso si è rievocata la storica gara che si teneva tra 1921 e il 1939. Un centinaio le moto d’epoca presenti che hanno ripercorso i tornanti del Ghisallo e la strada per Onno; la manifestazione ora verrà proposta a carattere biennale.

Una Moto Guzzi che ha partecipato alla manifestazione di Asso

Una Moto Guzzi che ha partecipato alla manifestazione di Asso
(Foto by Stefano Bartesaghi)

Entusiasta il sindaco Tiziano Aceti che ha dato il via alla manifestazione: «È stato un evento bellissimo, che mancava da tempo e ora verrà proposto ogni due anni – racconta - Siamo tutti soddisfatti della giornata». Don Rino Tantardini ha impartito al benedizione prima del via la benedizione». Trattandosi di una rievocazione non c’è stata una premiazione vera e propria: «Nel pomeriggio tutti i presenti hanno ricevuto un premio, poi c’è stata una conferenza in cui si è raccontata la storia del “Circuito del Lario”».

I portici di Asso come un garage d’altri tempi

I portici di Asso come un garage d’altri tempi
(Foto by Stefano Bartesaghi)

Moltissime le persone in piazza. Poi le moto degli anni Venti e Trenta a saltellare sul porfido del centro o a scalare marce sulla provinciale. Di sicuro mancava il “Circuito del Lario” che era stato riproposto fino a non molti anni addietro come rievocazione. Due i giri del circuito con un percorso diverso, la prima partenza alle 9,50 fino alle 10,20 e il secondo via alle 14,30. La pioggia ha fatto capolino senza comunque rovinare la bella manifestazione.

(Giovanni Cristiani)


© RIPRODUZIONE RISERVATA