Blitz dei vigili a Pusiano
Tensione con il barista

È accaduto durante un controllo a “Ul buscion dal lagh”: assembramenti e clienti senza mascherina. Locale chiuso per cinque giorni, ma adesso scatteranno le denunce. «Ha istigato anche gli avventori presenti»

Blitz dei vigili a Pusiano Tensione con il barista
Il bar “Ul buscion del lagh” chiuso dalla Polizia locale

Locale chiuso per un minimo di cinque giorni fino ad un massimo possibile di trenta e 400 euro di sanzione per il mancato rispetto delle norme anti Covid. E, come se non bastasse, stanno partendo diverse denunce per istigazione, minacce e oltraggio.

È il risultato di una mattinata agitata a Pusiano con l’intervento della Polizia locale e la chiusura de “Ul buscion dal lagh” il bar, vineria che si trova lungo la provinciale Como – Lecco. All’interno e all’esterno del locale la situazione è diventata in breve tempo rovente tra i vigili, il titolare e le persone presenti. Dalla contestazioni per le irregolarità, è nato un diverbio che si è poi spostato anche sui social con toni accesi.

Il comandante della polizia locale di Erba spiega: «Siamo intervenuti alle 11 circa perché c’erano assembramenti e la presenza di persone con la mascherina abbassata sia fuori che dentro il locale. Il proprietario la mascherina non l’aveva proprio, ci si aspetterebbe fosse lui a garantire il rispetto delle norme. Ma in realtà ha iniziato ad urlarci contro istigando anche i presenti. Gli abbiamo spiegato che doveva far rispettare le indicazioni anche sul numero di persone e il distanziamento e lui ha risposto che così perde clienti. Gli abbiamo spiegato che non deve servire persone già palesemente ubriache e lui ci ha risposto ancora che così perde i clienti».

Alla fine i vigili hanno chiuso il locale e con le sanzioni partiranno le denunce. Il proprietario del locale nega tutto e si dice pronto, a sua volta, a presentare denunce contro la Polizia locale. «Li ringrazio per avermi fatto perdere l’ultimo fine settimana buono, ho dovuto lasciare a casa sei persone e non so se potrò ripartire con tutte».

Gli articoli su La Provincia di martedì 27 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}