Colpo grosso a Erba  Schedina da un euro  e vince un milione
Pino Valenzisie Sabrina Orefice nella loro ricevitoria di Erba con l’annuncio della vincita (Bartesaghi)

Colpo grosso a Erba

Schedina da un euro

e vince un milione

A sei mesi dal colpaccio della Lotteria Italia, ecco un’altra grossa vincita:

stavolta attraverso il Million Day. I titolari della ricevitoria di corso Bartesaghi: «Abbiamo tanti clienti da fuori, nessuno ci ha ancora chiamato»

A sei mesi di distanza dall’estrazione della Lotteria Italia, la dea bendata torna a baciare la città di Erba. Questa volta al fortunato è andata ancora meglio: domenica scorsa ha giocato una schedina del MillionDay al Bar Sport di corso Bartesaghi, ha indovinato i cinque numeri estratti e si è portato a casa un milione di euro.

«Non abbiamo la minima idea di chi possa essere il vincitore - raccontano i titolari Pino Valenzisi e Sabrina Orefice, per tutti Pino e Sabri - anche perché la domenica molti bar sul territorio sono chiusi e arrivano clienti non abituali da fuori Erba. I nostri clienti storici li abbiamo rivisti un po’ tutti nei giorni scorsi e ovviamente nessuno ci ha detto nulla».

Il fortunato, o la fortunata, è entrato nel bar il 21 giugno e ha giocato la schedina. «Il gioco - racconta Sabri - è di Lottomatica, esiste dal febbraio 2018. È molto semplice, c’è un’estrazione al giorno e bisogna indovinare cinque numeri estratti su 55. Io ho saputo della vincita solo il lunedì sera dal referente di zona di Lottomatica: da quando esiste MillionDay, sono 108 le persone che hanno vinto il milione. Il nostro fortunato è appunto il numero 108».

I cinque numeri estratti il 21 giugno - tutti indovinati dal giocatore che ha “investito” solo un euro nella schedina - sono 2, 8, 12, 25 e 39; la vincita esatta è 1.005.000 euro. Per gli amanti della statistica: secondo le stime ufficiali di Lottomatica, le probabilità di azzeccare i cinque numeri al MillionDay sono di una su 3.478.761. Il vincitore ha 60 giorni di tempo per riscuotere la vincita, che prevede una tassazione dell’8 per cento.

L’articolo completo su La Provincia del 27 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA