Erba, candidati tutti d’accordo  «Via le auto da piazza Mercato»
La folla in piazza Mercato (Foto by Stefano Bartesaghi)

Erba, candidati tutti d’accordo

«Via le auto da piazza Mercato»

Dopo il grande successo di PrimaVeraErba, Ghioni, Airoldi e Ghislanzoni promettono di fare dell’area il cuore pulsante della città, creando eventi tutto l’anno

Via le macchine dalla piazza, eventi e mercatini sotto i portici. Il successo di PrimaVeraErba - la mostra-mercato dedicata al verde che per due giorni ha attirato migliaia di persone in centro - è una lezione per i candidati sindaci che si sfideranno alle prossime elezioni: per tutti piazza del Mercato tornerà a essere un luogo di aggregazione, con eventi distribuiti lungo tutto il corso dell’anno e senza più automobili parcheggiate intorno ai portici.

Da Enrico Ghioni a Veronica Airoldi, passando per Claudio Ghislanzoni, tutti i candidati hanno fatto un giro a PrimaVeraErba. E come loro tantissimi erbesi, che tornano a chiedere di trasformare la piazza nel cuore pulsante della città.

«Con me - dice Ghioni - sfondate una porta aperta, sono anni che chiedo di ridare alla piazza il ruolo che merita, serve un processo graduale che porti alla rimozione totale delle automobili da piazza del Mercato, che sarà un tutt’uno con la vicina chiesa romanica di Sant’Eufemia: in futuro un parcheggio si potrà ricavare nell’area delle segherie Bartesaghi di via Cadorna, nel frattempo cercheremo altre soluzioni».

Ovviamente, conclude, «dovremo offrire un motivo per venire in piazza: penso magari a un’associazione, un misto tra una Pro Loco e una cooperativa, che possa collaborare con il Comune per organizzare eventi, dando spazio ai giovani».

Anche Airoldi è rimasta incantata da PrimaVeraErba. «Il futuro di piazza - dice - è necessariamente senza automobili e con tante persone in giro a piedi. Per quanto riguarda i parcheggi partirei con delle sperimentazioni».Per risvegliare la piazza, continua la candidata di centrodestra, «servirà una serie di eventi. In questo ambito penso a una programmazione capillare».

Sulla piazza scommette anche Ghislanzoni, rivendicando quanto fatto negli ultimi anni. «Abbiamo sempre cercato di incentivare eventi in piazza - dice - ed effettivamente negli ultimi anni, a partire da PrimaVeraErba, si sono moltiplicati. Si può fare di più? Certo, abbiamo già un progetto di riqualificazione di piazza del Mercato che comporta anche il ritorno della vecchia fontana, presente fino a qualche anno fa. L’obiettivo è renderla sempre più viva, con eventi per tutti i gusti». Prima di tutto, però, andrà risolto il problema dei parcheggi. «Ad oggi restano fondamentali per chi frequenta questa zona, per diletto o per lavoro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA