Erba, ecco i redditi dei politici Svetta un assessore indipendente
Gianpaolo Corti, assessore alle finanze del Comune di Erba

Erba, ecco i redditi dei politici
Svetta un assessore indipendente

Il commercialista Gianpaolo Corti ha dichiarato più di tutti nel 2020: 281.756 euro

Dai 281.756 euro di Gianpaolo Corti ai 2.468 euro di Doriano Torchio. In mezzo ci stanno tutti gli altri: sindaco, vicesindaco, assessori, presidente del consiglio e consiglieri. Le dichiarazioni dei redditi presentate nel 2020 dai politici erbesi sono state rese note nei giorni scorsi da Palazzo Majnoni, come previsto dalla legge per i Comuni con più di 15mila abitanti. Le dichiarazioni sono state presentate nel corso del 2020 e fanno riferimento ai guadagni percepiti l’anno precedente.In cima alla lista dei Paperoni torna l’assessore alle finanze Gianpaolo Corti, commercialista, con 281.756 euro. In giunta spicca anche il vicesindaco Erica Rivolta, senatrice, con 105.758 euro. Il sindaco Veronica Airoldi ha dichiarato 77.708 euro, poco più dell’assessore all’urbanistica Marielena Sgroi che si “ferma” a 76.268 euro.L’architetto Francesco Vanetti, assessore ai lavori pubblici, ha dichiarato 33.702 euro, l’assessore Alessio Nava 13.177 euro. A fare da ponte tra la giunta e il consiglio c’è Giorgio Meroni (consigliere di maggioranza, lo scorso anno è stato investito del titolo di assessore alla gentilezza): il capogruppo della civica Per Erba ha dichiarato 32.213 euro. Il presidente del consiglio comunale Matteo Redaelli (Forza Italia) dichiara 14.949 euro. E i consiglieri come se la passano? Il più ricco è Eugenio Zoffili, deputato della Lega, con 124.294 euro; tanto Zoffili quanto la Rivolta, impegnati a Roma, hanno visto crescere i propri guadagni tra il 2018 e il 2019. Claudio Ghislanzoni, capogruppo di Fratelli d’Italia, ha dichiarato 90.578 euro: un bel calo rispetto ai 310.944 euro dello scorso anno, quando era in cima alla lista dei politici più ricchi (staccando nettamente anche l’assessore Corti). Franco Brusadelli (Forza Italia) ed Enrico Ghioni (Pd), entrambi pensionati, mantengono i redditi inalterati: 54.269 euro il primo, 52.519 euro il secondo. Anna Proserpio (Erba prima di tutto), architetto e preside del Melotti di Cantù, dichiara 42.317 euro, poco più del geometra Mario Muscari (capogruppo de Il Buonsenso) con 39.191 euro. Il commercialista Domenico Piazzolla (Per Erba, è anche membro del cda di Ca’ Prina) ha dichiarato 32.739 euro, Carlo Moggia (Lega) 20.038 euro. Il capogruppo di Forza Italia e titolare dell’azienda Falpe, Giorgio Zappa, dichiara 16.707 euro, mentre l’architetto Alberto Cavalleri (Il Buonsenso) si ferma a 12.623 euro. Chiudono la classifica Sofia Grippo, segretario cittadino della Lega, con 7.109 euro, l’edicolante Luisella Ciceri (Fratelli d’Italia) con 2.777 euro e Doriano Torchio, capogruppo di Democrazia Partecipata, con 2.468 euro.

(Luca Meneghel)


© RIPRODUZIONE RISERVATA