Erba, riecco le campane

San Maurizio con il naso all’insù

Una folla per l’installazione sul campanile

«Hanno fatto bene a sistemarle, sono storiche»

I rintocchi distruggevano le pareti, ora sono sicure

Erba, riecco le campane San Maurizio con il naso all’insù

Sono tornate a suonare le cinque campane della chiesa di San Maurizio a Mevate. Alla fine della mattinata i bronzi erano montati sul nuovo castelletto ammortizzato che in futuro potrà preservare la torre dal pericolo delle vibrazioni. Sotto, ad ammirare il lavoro della gru, molti parrocchiani, quelli che domenica hanno assistito al concerto sul sagrato della chiesa.

«Prima che i rintocchi e le scampanate vadano a regime, però, ci vorrà una settimana - spiega don Bruno Borelli, vicario parrocchiale della frazione di Erba applaudito da tutti per il lavoro fatto.

Tutto il servizio sulle campane su La Provincia in edicola martedì 22 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True