Erba, torna il vigile di quartiere  «A disposizione dei cittadini»
Giovanni Marco Giglio, Davide De Finis, Matteo Pontiggia,Veronica Airoldi, Ottavio Biundo e Andrea Camaggio

Erba, torna il vigile di quartiere

«A disposizione dei cittadini»

La task force con tre agenti. Il servizio era stato sospeso due anni fa

Torna il vigile di quartiere. Dopo due anni di sospensione, gli agenti tornano a pattugliare a piedi il centro città e le frazioni, oltre a Eupilio e Pusiano. Giovedì 8 luglio l’annuncio in municipio, alla presenza del sindaco Veronica Airoldi e del comandante Giovanni Marco Giglio. «Negli ultimi anni - ha ricordato il primo cittadino - abbiamo dovuto rinunciare a questo servizio e al terzo turno a causa dei problemi di organico, aggravati dal blocco dei concorsi durante l’emergenza Covid-19. Ora che il comando è riuscito a rinforzare l’organico possiamo ripristinare la figura del vigile di quartiere, molto richiesta dai cittadini». Il servizio, ha detto il comandante Giglio, «viene ripristinato ma anche rafforzato: fino a due anni fa gli agenti di quartiere erano due, ora il nucleo sarà composto da tre agenti fissi e presto un quarto». «Abbiamo scontato la carenza di personale, molti vigili si sono trasferiti all’Agenzia delle dogane, ma con le ultime assunzioni siamo arrivati a quota 17 agenti: ne manca ancora uno che conto di assumere entro la fine dell’anno per tornare a pieno regime». Sono previsti due turni giornalieri, uno alla mattina fino alle 13.30 e uno al pomeriggio fino alle 19.30. Gli agenti gireranno soli, per ogni turno verranno pattugliati non più di due quartieri. «Il loro compito - ha chiarito Giglio - è mettersi a disposizione della comunità. Raccogliere segnalazioni di ogni tipo, dal cartello storto alla famiglia rumorosa; problemi che presi singolarmente possono sembrare piccoli, ma se sono tanti nella stessa frazione possono creare disagi non indifferenti». Gli agenti si occuperanno anche degli accertamenti di residenza, saranno di fatto il primo contatto fra i nuovi cittadini e l’amministrazione comunale. «Sono una figura buona - ha ricordato Giglio - pronta ad ascoltare i cittadini, ma chiaramente non potranno esimersi dal far rispettare la legge». In altre parole, non potranno ignorare le automobili in divieto di sosta. Oltre che in centro, i servizi verranno effettuati a rotazione ad Arcellasco, San Maurizio, Crevenna, Bindella, Buccinigo, Erba Alta, San Bernardino, Parravicino e Carpesino. E poi a Eupilio e Pusiano, considerati alla stregua di grandi quartieri erbesi.

(Luca Meneghel)


© RIPRODUZIONE RISERVATA