Erba, traffico in tilt per i tamponi  Il sindaco: «Cambiamo sede»
Le auto incolonnate fino alla rotonda a ridosso della provinciale (Foto by Stefano Bartesaghi)

Erba, traffico in tilt per i tamponi

Il sindaco: «Cambiamo sede»

L’Ats convoca 200 persone per altrettanti test: auto incolonnate fino alla provinciale e tre vigili per regolare la viabilità nella zona del Lariosoccorso

Le code partivano dalla provinciale e il traffico alla rotonda di via delle Grigne è rimasto paralizzato per ore. Mattinata difficile quella di mercoledì 14 ottobre per decine di persone convocate da Ats Insubria per effettuare un tampone nel parcheggio del centro di emergenza erbese di via Trieste: per gestire la viabilità il Comune ha messo in campo tre agenti della polizia locale. «Così non va bene - dice il sindaco Veronica Airoldi - Bisogna trovare un’altra soluzione al più presto». La postazione in modalità drive-in di via Trieste davanti alla sede del Lariosoccorso è stata inaugurata da Ats Insubria lo scorso 27 aprile, in piena emergenza sanitaria, con la collaborazione logistica del Lariosoccorso (che ha sede allo stesso indirizzo). Sulla carta è sempre rimasta attiva, ma per settimane - soprattutto nella stagione estiva - nessuno è stato inviato lì per effettuare il test. Mercoledì 14 fin dalle prime ore della mattina sono stati segnalati ingorghi dagli automobilisti in transito sulla Lecco-Como: i rallentamenti e le code partivano dalla stessa provinciale, il traffico nella rotatoria di via delle Grigne (da cui si accede al supermercato Famila e al centro commerciale La Rotonda) era bloccato. A quanto risulta, il problema è stato duplice. Da un lato Ats Insubria ha dato appuntamento a troppe persone, si parla di circa 200 tamponi programmati nella sola giornata di ieri, dall’altro molti utenti si sono presentati con largo anticipo rispetto all’orario prefissato, appesantendo ulteriormente il traffico.

(Luca Meneghel)


© RIPRODUZIONE RISERVATA