Erba, trovato il ladro di targhe       È un uomo di mezza età
Un’Audi senza targa: è tra le numerose vittime del “ladro di targhe”

Erba, trovato il ladro di targhe
È un uomo di mezza età

I vigili in borghese l’hanno sorpreso in azione a Mevate: denunciato

Ha agito indisturbato per settimane, rubando le targhe dai veicoli parcheggiati in strada fra il centro e la frazione di Mevate: i cittadini colpiti sono moltissimi, i più sfortunati si sono ritrovati anche con i tergicristalli rotti.

La sua campagna di vandalismi è finita nella serata di martedì 25 gennaio, quando è stato colto in flagranza di reato e deferito all’autorità giudiziaria dagli agenti della polizia locale: il ladro delle targhe, che avrebbe ammesso le sue responsabilità, è un uomo di 56 anni residente a Erba.

Difficile tenere il conto dei danni che ha causato. Le prime targhe sono scomparse dalle automobili ben prima di Natale 2021, i furti si sono intensificati lungo tutto il mese di gennaio.

All’inizio colpiva i mezzi nella frazione di Mevate, più recentemente è passato dalle centralissime piazza del Mercato, via Volta, via Fiume e via Adua. I più “fortunati” si sono ritrovati senza targa, altri con i tergicristalli spezzati.

La stazione dei carabinieri di Erba ha iniziato a raccogliere le denunce degli automobilisti, mentre su Facebook diversi cittadini pubblicavano fotografie di targhe ritrovate per terra in diversi punti della città: qualcuno, grazie ai social network, è anche riuscito a recuperare la sua senza dover procedere a una nuova immatricolazione.

Le indagini dei militari e della polizia locale sono partite insieme, nell’ottica della collaborazione e senza troppo clamore. Nel frattempo anche la politica ha iniziato ad occuparsi del caso.

A quanto risulta, grazie alle registrazioni di alcune telecamere di sorveglianza private e ad alcuni sopralluoghi, nei giorni scorsi i carabinieri hanno individuato il possibile responsabile e lo hanno denunciato a piede libero in attesa di prove concrete. A questo punto entra in gioco la polizia locale, che a sua volta era a sua volte sulle tracce del responsabile.

Martedì 25 intorno alle 22.30, nel corso di un servizio in abiti civili nella frazione di Mevate, gli agenti hanno colto il ladro sul fatto. L’uomo, un erbese di 56 anni, è stato pizzicato mentre lanciava una targa staccata da un’automobile: è stato fermato e deferito all’autorità giudiziaria.

A quanto risulta, avrebbe ammesso le sue responsabilità confermando di aver rubato numerose targhe nelle ultime settimane, anche se le motivazioni restano un mistero.

L’uomo verrà assistito da un avvocato d’ufficio, non è escluso che a muoverlo siano stati problemi di ordine psicologico. Quanto ai tergicristalli rotti, sembra che li utilizzasse come leva per staccare le targhe che non riusciva a strappare dai veicoli utilizzando le proprie mani.

Ora la pratica passa alla giustizia, mentre gli erbesi possono tornare a parcheggiare le automobili in strada senza più temere atti vandalici.

(Luca Meneghel)


© RIPRODUZIONE RISERVATA