Erba, visita alle suore decimate dal Covid  Il conforto di Delpini a Buccinigo
L’arcivescovo Mario Delpini all’oratorio di Buccinigo con il parroco di Buccinigo don Alessandro Vismara

Erba, visita alle suore decimate dal Covid

Il conforto di Delpini a Buccinigo

Sono state 20 le Comboniane vinte dal virus tra marzo e aprile 2021

Prima di tutto le suore comboniane dell’istituto Pie Madri della Nigrizia, duramente colpite dal Covid-19 nella primavera 2021, ma anche i bambini dell’oratorio di Buccinigo e gli anziani della casa di riposo Pio Roscio di Albavilla.

Giovedì 15 luglio, nel pomeriggio, l’arcivescovo di Milano, Mario Delpini, è arrivato in città per una visita privata. Nessun annuncio, nessuna fotografia ufficiale. Solo la volontà di portare la preghiera e la benedizione sul territorio erbese, in particolare nella frazione del parroco don Alessandro Vismara, suo compagno di seminario.La tappa più importante è stata quella in via Como a Buccinigo, all’istituto Pie Madri della Nigrizia. Nella casa per le suore anziane, tra marzo e aprile, 20 missionarie sono morte a causa del virus. La notizia del gravissimo focolaio venne ripresa a livello nazionale.Intervistato da “La Provincia” ad aprile, il vicario episcopale per la vita consacrata monsignor Paolo Martinelli aveva espresso tutta la preoccupazione e la vicinanza della diocesi. «Siamo in contatto costante con alcuni referenti - disse il vescovo ausiliare -Riceviamo le notizie e le riportiamo all’arcivescovo. Accompagniamo le sorelle con la preghiera, ci informiamo per capire se ci siano dei bisogni particolari». Ora che la tempesta è passata, l’arcivescovo ha voluto portare personalmente un po’ di conforto in un luogo segnato da tanta sofferenza. E ha deciso di farlo in sordina, senza proclami e fotografie di rito. Delpini si è trasferito poi all’oratorio della stessa frazione di Buccinigo. Qui è stato accolto dal parroco, compagno di classe dell’arcivescovo negli anni del seminario, e dai bambini oltre che dagli educatori, per poi riprendere il suo viaggio che ha fatto tappa anche la vicina casa di riposo Pio Roscio di Albavilla.

(Luca Meneghel)


© RIPRODUZIONE RISERVATA