Il caso di Davide Bucci  arriva in Vaticano
Davide Bucci morì il 30 dicembre 1981

Il caso di Davide Bucci

arriva in Vaticano

Il bimbo morto a dieci anni dopo essere stato investito

avrebbe salvato una bimba prematura e un motociclista

«Non voglio fare del sensazionalismo o usare toni miracolistici. Ma sono contento che il caso di mio nipote arrivi in Vaticano».

Girolamo Bucci è lo zio di Davide Bucci, il bimbo di Montorfano morto a seguito di un incidente stradale il 30 dicembre del 1981, a soli 10 anni, racconta la sua esperienza intima e mistica. E rivela che due persone potrebbero aver avuto salva la vita proprio grazie all’intercessione del piccolo: una bimba nata prematura in condizioni di emergenza, e un motociclista vittima di un terribile incidente.

Una storia di fede e di segni, come li chiama lo stesso zio Girolamo; una storia che ora arriverà sul tavolo del prefetto della Congregazione per le cause dei Santi, il cardinal Angelo Amato. Un dramma familiare che ha colpito profondamente i Bucci e che ora per lo zio del ragazzo si trasforma in speranza.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA