La scuola di italiano per stranieri, l’appello della Caritas: «Servono volontari»

Erba Aperte le candidature per insegnanti, baby sitter, segretari e collaboratori: duecento persone ai corsi

La scuola di italiano per stranieri, l’appello della Caritas: «Servono volontari»
Giovanna Marelli

La Caritas di Erba cerca volontari per la Scuola di italiano per stranieri: servono insegnanti, baby sitter, segretari, collaboratori per l’aiuto allo studio, chiunque voglia mettersi in gioco per un paio d’ore alla settimana.

Chi fosse interessato può contattare i promotori al numero 389-238.30.12 o scrivendo all’indirizzo mail: [email protected]

«Negli scorsi due anni - dice la responsabile Giovanna Marelli - tra mille difficoltà e attenzioni dovuti ai rischi della pandemia abbiamo comunque offerto corsi di lingua a quasi duecento persone straniere, molte delle quali hanno potuto superare un esame e acquisire un diploma. Quest’anno vogliamo ripartire con ancora maggior convinzione e attenzione a chiunque chiederà di poter imparare la lingua italiana».

I corsi di italiano si terranno la mattina, il pomeriggio e la sera del mercoledì e del giovedì, nella sede della Casa della Gioventù di via Cesare Battisti 5. «Abbiamo concentrato le lezioni in due giornate intere, per contribuire all’impegno di un concreto risparmio energetico nella struttura che ospita la nostra scuola per stranieri».

C’è un’altra novità. Chi aspira a insegnare agli stranieri può frequentare in via preventiva un corso condotto da formatori esperti della cooperativa Ruah di Bergamo: il corso partirà il 20 settembre, la Caritas fornirà tutte le indicazioni pratiche alle persone interessate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA