Ladri in azione anche a Pusiano
Rubati in casa gioielli per 500 euro

Colpo in via Madonna della Neve dopo la serie di raid compiuti finora nell'Erbese. La proprietaria: «Non conta il valore economico della refurtiva, ma erano ricordi dei miei cari»

Ladri in azione anche a Pusiano Rubati in casa gioielli per 500 euro
Il tratto di via Madonna della Neve dove hanno agito i ladri
(Foto di Bartesaghi)

Continuano a colpire i topi d’appartamento impegnati ormai da settimane nell’Erbese. In questo caso i ladri hanno preso di mira un’abitazione nel pieno centro di Pusiano, in via Madonna della Neve, rubando preziosi per oltre 500 euro ma dal molto più importante valore affettivo. Il furto è avvenuto martedì pomeriggio appena ha iniziato ad imbrunire.

La proprietaria di casa, era al lavoro quando i malviventi si sono messi in azione. «Da quello che siamo riusciti a capire i ladri si dovrebbero essere mossi tra le 17,30 e le 18,15– racconta -. Alla 17 mia sorella è passata sotto casa mia e ha visto la finestra chiusa, mentre alle 18 invece era aperta e io non sono tornata molto dopo».

E aggiunge: «Noi abitiamo al piano rialzato quindi i ladri non hanno fatto fatica a raggiungere la finestra, hanno anche lasciato un’impronta sul muro. Purtroppo avevo lasciato la persiana aperta e posso pensare sia questo ad averli spinti a rubare a casa mia, una finestra senza protezione al piano rialzato ha fatto gola».

I ladri, come ormai capita in gran parte degli ultimi furti, hanno agito senza alcuna delicatezza

«Hanno rotto il vetro della finestra della stanza e una volta in casa hanno messo sottosopra le due camere da letto trovando diversi oggetti di valore ma anche dal particolare valore affettivo – continua la donna -. Hanno preso gli orecchini di mia nonna che non c’è più, il regalo dei miei genitori per i 18 anni: si parla di un bracciale, due anelli e poi gli orecchini per circa 500 euro di valore. In alcuni casi sono oggetti che non avrei indossato ma che avevano un valore affettivo e rappresentavano dei momenti e dei ricordi».

Probabilmente i malviventi sono stati disturbati: «Penso di sì, perché per esempio non sono entrati in bagno dove c’erano la fede e l’anello di fidanzamento che avevo dimenticato sul lavello, ma in casa comunque non c’era molto altro, non tengo contanti».

«Posso pensare siano stati disturbati dai miei genitori o dal mio rientro, ma non ho idea. Sono abbastanza convinta che non si sia mosso un ladro da solo ma che fossero almeno in due».

Dopo Erba, Albavilla, Albese con Cassano, Longone al Segrino, Proserpio e altri Comuni dell’Erbese ora anche Pusiano entra nell’elenco di questa serie di furti compiuti nell’ultimo mese.

Giovanni Cristiani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}