«Nessun profugo a Valbrona»  Il sindaco di Canzo pronto al picchetto
Il sindaco Fabrizio Turba non disdegna di impegnarsi in piccoli lavori per aiutare il Comune (Foto by Archivio Stefano Bartesaghi)

«Nessun profugo a Valbrona»

Il sindaco di Canzo pronto al picchetto

Il no del sindaco e del segretario leghista all’ipotesi di ospitare profughi nel Comune vicino

Il sindaco leghista di Canzo, Fabrizio Turba, e il segretario del Carroccio Paolo Creatini pronti a mobilitarsi per impedire l’arrivo di profughi a Valbrona, ospiti in quattro appartamenti messi a disposizione da un cittadino in località Candalino. Quella che è considerata come un’ipotesi anche se la trattativa con la Prefettura di Como sarebbe avanzata, è bastata per scatenare le reazioni del Carroccio pronto a “soccorrere” il vicino di casa. Anche con veri e propri picchetti. Per Creatini «se questi affittuari sono davvero paladini della bontà, potrebbero offrire gratuitamente i locali ai molti italiani in difficoltà».

Servizio su La Provincia in edicola sabato 23 gennaio 2016


© RIPRODUZIONE RISERVATA