Proserpio, contestava Salvini  Ora è minacciata: «Ti aspetta l’acido»
Veronica Proserpio e Matteo Salvini in un frame del video di fine luglio sulla spiaggia di Milano Marittima

Proserpio, contestava Salvini

Ora è minacciata: «Ti aspetta l’acido»

L’ex vicesindaco Veronica Proserpio ha ricevuto la lettera in busta con bollo ma senza timbro: «Probabilmente è una persona del paese»

La minaccia è pesantissima - «L’acido ti aspetta» - e arriva a oltre due mesi dall’episodio di Milano Marittima che ha fatto il giro dei media. Per Veronica Proserpio quel battibecco di fine luglio 2020 con Matteo Salvini sulla spiaggia di Milano Marittima non sembra finire più. Il video postato sulla pagina Facebook e le polemiche velenose e roventi che alla fine l’hanno portata a rinunciare al suo ruolo di vicesindaco dimettendosi dal consiglio comunale, sembravano almeno in parte avere spento la verve polemica. Ma ora c’è chi le ha fatto trovare a casa - con bollo, ma senza timbro postale - una lettera anonima dai toni decisamente inquietanti . «Dato che hai la spudoratezza di farti riprendere, quando esterni le tue schifezze, in spiaggia e poi metterle in rete, orgogliosa come avessi fatto del bene. Molto molto bene!!! In uscita da un bar, da un super, da un qualsiasi negozio, in ogni occasione perché ce ne sono parecchie. L’acido ti aspetta, così vedrai che si rovina il tuo buon nome. A presto». Su Facebook Veronica Proserpio si è lasciata andare ad alcune considerazioni pubblicando la lettera: «Tutti devono sapere! Dopo due mesi di silenzio a seguito del mio video con Salvini, questa è la lettera anonima che ho ricevuto oggi. Sono spaventata e demoralizzata!! Persona indegna e mostruosa! La mia battaglia prosegue... Preciso che la busta era affrancata, ma non timbrata... ciò significa che, molto probabilmente, è un/una mio/mia compaesano/a!!».

(Giovanni Cristiani)


© RIPRODUZIONE RISERVATA