Ritardi e soppressioni dei treni
Mattina da incubo sulle due linee

Sulla Milano-Asso un convoglio si è fermato a Erba senza più riuscire a ripartire, sulla Como-Lecco una pianta è caduta sui binari a Merone ed è stato necessario rimuoverla

Ritardi e soppressioni dei treni Mattina da incubo sulle due linee
Problemi per il treno che arrivava da Milano Cadorna
(Foto di Archivio)

Sulla Milano-Asso si è guastato un treno e c’erano telecamere non funzionanti in corrispondenza di un passaggio a livello, sulla Como-Lecco sono caduti rami sui binari. Cause diverse, un solo risultato: ieri mattina sulle due linee che attraversano l’Erbese si sono registrati ritardi e parziali soppressioni delle corse.

Partiamo dalla Milano-Asso, la linea più frequentata. Tutto è nato con il treno 1613 partito alle 6.39 dalla stazione di Milano Cadorna: arrivato a Meda è rimasto fermo a lungo, poi è ripartito con oltre venti minuti di ritardo e ha finalmente raggiunto la stazione di Erba; da lì non ha più proseguito fino al capolinea Asso, i pendolari sono stati invitati a prendere un bus sostitutivo.

Quanto ai disagi sulla Como-Lecco, dalla società ferroviaria confermano la versione trasmessa ai pendolari attraverso siti ufficiali e social network: «Una pianta (probabilmente a causa del maltempo di ieri mattina, ndr) è caduta sui binari nella zona di Merone, è stato necessario rimuoverla prima di far ripartire i convogli».

(Luca Meneghel)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True