Speronano la Polizia e fuggono
Tre giovani fermati con la droga

Asso: movimentato episodio. L’auto civetta li aveva seguiti a Proserpio e Longone. Recuperati coca e soldi

Speronano la Polizia e fuggono Tre giovani fermati con la droga
Il materiale recuperato dalla Polizia dopo l’inseguimento

Erano nel pieno dell’attività di vendita porta a porta di sostanze stupefacenti. Questo, almeno, è quanto contestano gli uomini della squadra Mobile, sezione Antidroga, che li stavano controllando da lontano. Prima, a bordo di una Volkswagen Golf nera, avevano effettuato una sosta all’esterno di una casa privata di Proserpio (erano le 18 di mercoledì), poi una tappa a Longone al Segrino, per raggiungere un gruppo di ragazzi che li attendeva.

Una sorta di consegna a domicilio degli stupefacenti, in perfetto stile “delivery” come tanto va di moda oggi in diversi ambiti commerciali. Droga compresa, a quanto pare. Solo che gli agenti di polizia, ritenuto che quanto visto fosse sufficiente, hanno deciso di intervenire affiancando la Golf nera a Canzo. La reazione è stata però improvvisa e perentoria: l’auto ha prima speronato la vettura civetta della polizia, poi ha tentato una fuga fino a raggiungere il territorio comunale di Asso, colpendo l’auto della squadra Mobile in altre due occasioni fino a rimanere bloccata contro un muro con incastrati nell’abitacolo i poliziotti ma anche i sospettati.

Insomma, nonostante il tentativo di fuga dell’unico che era uscito subito dall’abitacolo, tutti e tre gli occupanti della Golf sono stati arrestati e la cocaina che stavano distribuendo porta a porta – circa 17 grammi – è stata posta sotto sequestro al pari di un bilancino di precisione e dei contanti recuperati, circa 400 euro. In manette due marocchini di Asso e Lambrugo e un’italiana di 25 anni, sempre di Asso.

L’accusa nei loro confronti è stata principalmente quella di detenzione ai fini di spaccio, ma la polizia ha contestato anche la resistenza a pubblico ufficiale. Rimangono in carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}