Tavernerio, prende a morsi
il rivale in amore: arrestato

Sospettando il tradimento, un uomo di 45 anni insegue la moglie e la scopre in auto con un altro. Violenta colluttazione, il marito perde una falange del dito

Tavernerio, prende a morsi il rivale in amore: arrestato
I Carabinieri davanti alla Posta di Tavernerio, teatro della colluttazione (Foto Butti)

Il marito sospettava da tempo che la moglie avesse una relazione con un altro uomo. Così, nella serata di lunedì, di nascosto, ha deciso di seguirla. Prima da lontano, monitorando l’incontro della donna con uno sconosciuto, avvenuto a Ponte Lambro, e le due auto che subito dopo accendevano di nuovo i motori raggiungendo una zona appartata tra Erba e Albese con Cassano. Infine, dopo aver visto la moglie scendere dalla propria vettura e salire su quella dell’uomo, per iniziare le effusioni, ha rotto gli indugi e ha iniziato ad avvicinarsi.

La donna l’ha però notato scendendo velocemente dalla vettura dell’amante per scappare via. Anche l’uomo ha cercato di fare altrettanto, mettendo in moto e allontanandosi dalla zona appartata. Solo che quest’ultimo è stato seguito dal marito geloso, che l’ha raggiunto – all’altezza dell’ufficio postale di Tavernerio – iniziando una colluttazione.

Protagonisti la moglie infedele, una straniera di 33 anni, l’amante (un italiano di 42 anni residente a Como) e il marito tradito, connazionale della moglie, 45 anni. La situazione è degenerata: il marito avrebbe iniziato a colpire l’amante della donna, tanto da rendere poi necessario il ricovero in ospedale al Fatebenefratelli di Erba con una prognosi di sette giorni. Ma ad avere la peggio, e di molto, è stato proprio il marito, “azzannato” ad una mano. Nel morso, causato dal rivale, l’uomo ha perso la falange del pollice della mano destra.

L’italiano alla fine è stato invece arrestato con l’ipotesi di reato di lesioni personali. Ieri mattina ha scelto di fronte al giudice monocratico di patteggiare un anno e otto mesi di pena con la sospensione condizionale. (M. Pev.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA