Troppo breve la movida erbese

Il sindaco la allunga di un’ora

La giunta ha appena deliberato l’alt alla musica alle 22,30, ma Veronica Airoldi ci ripensa

Troppo breve la movida erbese Il sindaco la allunga di un’ora
Una birra con gli amici sotto il cielo di piazza del Mercato a Erba

L’amministrazione allunga la movida.

A pochi giorni dall’approvazione della delibera che impone lo stop alla musica fuori dai locali alle 22.30, il sindaco Veronica Airoldi è pronta a tornare in giunta per discutere una proroga fino alle 23.30: «Vorrei fare questa sperimentazione - dice il primo cittadino - anche perché mettere il silenziatore alle 22.30 non è proficuo per i locali».

La decisione verrà presa mentre a Como infuriano le polemiche contro il coprifuoco alle 22: «Nessuna correlazione, sono casi diversi».

La svolta del sindaco a favore dei pubblici esercizi arriva a sorpresa.

Lo scorso 4 maggio la giunta ha approvato una delibera molto simile a quella che era in vigore negli anni scorsi: fino alla fine di ottobre ogni bar o ristorante potrà organizzare un massimo di 12 serate con diffusione della musica su area esterna, a patto però che gli amplificatori vengano staccati alle 22.30; in caso di musica dal vivo, dovrà essere acustica e senza percussioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True