Venerdì 15 Gennaio 2010

Pinetina: l'erba riscaldata
non teme ghiaccio e neve

APPIANO GENTILE Gli allenamenti dell’Inter non temono il gelo e non si fermano di fronte alla neve che sta creando problemi ai campionati minori. Al centro sportivo “Angelo Moratti” è stato realizzato il più grande campo in erba naturale riscaldato d’Europa. Il doppio di un campo regolamentare, ottenuto unendo due rettangoli di gioco e sacrificando la pista d’atletica perimetrale. Lo conferma l’assessore allo Sport Lisa Giussani che ha avuto la possibilità, concessa a pochi, di visitare il tunnel interrato. L’impianto sopra si presenta come un tradizionale campo di calcio in erba naturale, decisamente curato e ben tenuto; sotto c’è un tunnel con un intrico di cavi elettrici per provvedere al riscaldamento del campo. Un circuito sotto terra con tutte le canalizzazioni per mantenere il terreno di gioco a una temperatura tale da non gelare, oltre a un efficiente sistema di drenaggio per conservare sempre in perfette condizioni il manto in erba naturale. Un’opera ingegneristica, per cui sono stati chiamati alla Pinetina i migliori tecnici francesi del settore, costata qualcosa come un milione e mezzo di euro. Lavori impegnativi e complicati per la realizzazione del gigantesco “tubo” interrato e non soltanto, iniziati a giugno e terminati a settembre. È noto che il gelo e l’umido siano nemici dei muscoli, tanto da essere addirittura causa di diversi infortuni. Lo sa bene Josè Mourinho che ha voluto il mega-campo riscaldato, forse memore di quello presente al centro sportivo del Chelsea.

f.angelini

© riproduzione riservata