Domenica 28 Febbraio 2010

Schignano, ponte chiuso
Mezzo paese è isolato

SCHIGNANO - La chiusura della provinciale 15 al chilometro 6,500 è un atto dovuto per il crollo improvviso del muro di sostegno della prima arcata del ponte Lupino, un attraversamento storico, costruito nel 1910, che collega le frazioni basse del paese con il centro storico e le altre località periferiche. «In un primo momento con i tecnici del comune e dell'amministrazione provinciale si è pensato di chiudere la parte della carreggiata a valle facendo defluire il traffico a senso unico alternato in attesa del sopralluogo definitivo che verrà effettuato domani mattina dagli specialisti di Villa Saporiti - spiega il sindaco Carla Cerutti - arrivata immediatamente sul posto con al seguito gli assessori. Il buon senso, l'instabilità del clima e ragioni puramente tecniche dettate dall'insicurezza del tragitto ci hanno poi fatto propendere per la chiusura totale del percorso in entrambi i sensi di marcia. Un soluzione che crea disagi alla popolazione e alle attività produttive - prosegue il sindaco - ma inevitabile. Le frazioni di Molobio e Auvrascio resteranno isolate da quelle di Almanno, Occagno, Retegno, Vesbio e Perla. L'alternativa fino alla messa in sicurezza del ponte, resta la deviazione sulla provinciale 13. Ho preso contatti con i vertici della ASF per far si che gli autobus di linea arrivino fino ad Auvrascio anziché fermarsi a Cerano per alleviare il più possibile i disagi ai ragazzi che frequentano le scuole, costretti al momento di proseguire a piedi fino ad Occagno per poi salire in autobus fino a San Fedele o Argegno. Al momento, se la strada resterà interrotta per pochi giorni, questa soluzione  provvisoria potrebbe anche andar bene, altrimenti, se dovesse durare più a lungo, gli autobus devono necessariamente raggiungere Auvrascio e girare all'incrocio per Molobio». Dall'Asf confermano saranno effettuate tutte le corse previste in orario con la deviazione per Argegno e capolinea a Cerano. Con differimento degli orari di arrivo.

m.schiani

© riproduzione riservata