Lunedì 15 Marzo 2010

Referendum a Mezzegra:
vincono i "sì" al distacco

MEZZEGRA - Dei 403 cittadini che tra sabato e domenica con scheda segreta hanno partecipato al «sondaggio popolare relativo al recesso del comune di Mezzegra dall'unione comuni della Tremezzina», 393 si sono espressi per il sì all'uscita dall'unione e 10 per la continuazione dell'esperienza iniziata cinque anni or sono ai tempi dell'amministrazione presieduta da Bruno Bordoli. Dieci anni fa, nel momento in cui l'unione della Tremezzina aveva mosso i primi passi l'allora sindaco Giuseppe Galli aveva deciso di soprassedere all'adesione, poi con l'insediamento di Bruno Bordoli le cose erano cambiate, ma con l'avvenuta affermazione della lista «Mezzegra per tutti e tutti per Mezzegra» con a capo Claudia Lingeri, l'interrogativo sulla permanenza, del paese nell'unione è tornato di grande attualità con la consultazione indetta nel fine settimana con connotazioni un po' diverse dai normali referendum.
Ieri sera a conclusione dello spoglio delle schede è insorta una rovente polemica tra la maggioranza del sindaco Claudia Lingeri e la minoranza di Bruno Bordoli.
La prima ha esultato per il significativo pronunciamento dei cittadini, l'altra ha denunciato il flop dell'iniziativa.
Tutto ruoterebbe attorno all'interrogativo se nel conteggio degli aventi diritto al voto debbono o meno essere considerati i 100 cittadini di Mezzegra residenti all'estero.
Lingeri e la sua maggioranza sostengono che il sondaggio è stato rivolto ai 782 cittadini abitualmente residenti in paese e quindi a conoscenza dell'attività dell'unione. Questi, rapportati ai 403 votanti, danno luogo a una partecipazione pari al 51,53 per cento che il sindaco definisce «un autentico successo».
Bordoli, per contro, dichiara che nelle valutazioni si dovrebbe tenere conto dei residenti all'estero che nelle normali elezioni hanno diritto di votare. In tal caso la percentuale passerebbe decisamente sotto il 50 per cento, valori che, a suo dire, si traducono in un fallimento.

m.schiani

© riproduzione riservata