Mercoledì 17 Marzo 2010

Casa, a Como prezzi in salita
Unica città della Lombardia

Torna a salire, lentamente ma è tornato a crescere il mercato della casa a Como. Un mercato quello comasco in netta controtendenza - in base alle ultime rilevazioni dell'ufficio studi di Tecnocasa - con il dato nazionale che invece da gennaio a giugno 2009 ha registrato un'ulteriore contrazione delle quotazioni. Tuttavia, soprattutto in termini di volontà di acquisto di abitazioni, questo semestre è stato tra i migliori a partire dal 2007. E Como si pone in controdenza anche con tutti gli altri capoluoghi di porvicnia della Lombardia, dove nel secondo trimestre 2009, i prezzi in termini di valori, hanno registrato una contrazione dei prezzi, ad eccezione appunto di Como che ha chiuso con un leggero rialzo dello 0,7%. Per un appartamento signorile in centro città oggi, quindi, la quotazione varia fra i 3mila euro al metro quadrato di un immobile usato e i 4.500 euro per un immobile signorile nuovo. Per un immobile «modesto» la quotazione scende per un «nuovo» a poco più di 2mila euro al metro fino a poco più di 1.700 per immbioli economici sempre in zona centrale della città. Valori che caratterizzano, del resto, un po' tutte le città della provincia di Como: da Appiano (un signorile va da 1.400 ai 1.600 euro al metro) fino a Cantù (da 1.450 ai 1.550 al metro quadro) a Erba dove per un immobile signorile si va dai 1.880 euro al mq per un medio usato ai 2mila al metro quadro per un signorile nuovo. Valori che contrastano perfino con il capoluogo lombardo dove si sono registrati ribassi dello 0,4%, performance migliore tra le grandi città italiane. Lecco e Cremona chiudono in stabilità. Il ribasso maggiore dei prezzi si è registrato nella città di Varese (-12%), a seguire Bergamo con -4,1%. Monza chiude con -3,1%, Mantova chiude con -2,4%, Pavia con -1%. A Brescia la diminuzione dei prezzi è stata dell'1,8%.

s.casiraghi

© riproduzione riservata

Tags