Sabato 20 Marzo 2010

Pdl diviso: salta il consiglio
Rischio di crisi a Mariano

MARIANO L'avvicinarsi dell'appuntamento con le elezioni regionali infiamma i rapporti all'interno del Popolo delle Libertà che, facendo mancare dai banchi del consiglio comunale 5 consiglieri su 8, ha messo la maggioranza di centrodestra nelle condizioni di non poter garantire il numero legale per approvare, da sola, il bilancio di previsione. I gruppi di minoranza - Partito Democratico, Mariano Progetto Brianza e Democrazia Cristiana -, infatti, hanno rifiutato il ruolo di "stampella" e abbandonando l'aula, hanno rispedito tutti a casa. Di fatto l'episodio ha aperto una vera e propria crisi all'interno della maggioranza perché la Lega non ha assolutamente digerito l'improvviso stato di salute cagionevole di maggior parte dei consiglieri del Pdl mandando chiari messaggi di disagio nel portare avanti la coalizione di governo in queste condizioni. In breve, il punto di rottura sarebbe a un passo perché il Carroccio ha deciso di prendere le distanze dagli alleati. L'approvazione del documento contabile (eventualmente ci sarà tempo sino al 30 aprile) è saltata per colpa dell'implosione del Pdl che ha messo a nudo gli effetti della guerra tra i candidati al Pirellone Giorgio Pozzi e Gianluca Rinaldin, scatenano l'ira furibonda degli alleati della Lega. «Adesso basta - ha tuonato il capogruppo del Carroccio Angelo Fumagalli -: non intendiamo più coprire le magagne dei dissidi interni al Pdl». Una posizione di estrema durezza confermata anche dal sindaco Alessandro Turati: «Faccio fatica a pensare come si possa andare avanti se la maggioranza è questa». Reazioni che hanno sorpreso il commissario provinciale del Pdl, il senatore Alessio Butti: «Del sindaco ho sempre in mente la figura di un elemento trainante e aggregante di una maggioranza per cui lo scoramento di Turati, a pochi mesi dalla riconferma alla guida della città, sinceramente mi fa un po' sorridere».  Al Carroccio, invece, la voglia di ridere è passata del tutto:

f.angelini

© riproduzione riservata