Sabato 20 Marzo 2010

La finanza trova droga
in cinque scuole di Como

COMO È di nuovo allarme droga nelle scuole superiori della città e della provincia. Da ottobre a oggi, la guardia di finanza ha sequestrato un centinaio di grammi di hashish e marijuana tra il Caio Plinio, l'istituto Pessina, la Leonardo da Vinci di via Magenta, il Centro di formazione professionale di via Bellinzona e l'istituto d'arte Melotti di Cantù. Si è trattato di sequestri di modiche quantità di sostanze stupefacenti, pochi grammi per volta, che tuttavia riaccendono i riflettori su un fenomeno che non smette di preoccupare. Così Rodolfo Mecarelli, comandante provinciale della guardia di finanza: «Abbiamo individuato consumatori minorenni, ed è evidente che l'utilizzo di sostanze tra gli adolescenti ci preoccupa molto». Mecarelli garantisce continuità nei controlli, che da ottobre hanno interessato in tutto una decina di istituti superiori, «peraltro - dice - in un clima di grande collaborazione con i presidi e i dirigenti scolastici che spesso ci cercano e chiedono la nostra collaborazione». Le operazioni di verifica e controllo sono state effettuate dai baschi verdi della compagnia di Albate, in collaborazione con i cani antidroga del Gruppo di Ponte Chiasso. Iragazzini sorpresi con il "fumo" sono stati tutti segnalati in prefettura come consumatori. Sono state ovviamente avvertite anche le famiglie, in modo da garantire, nei limiti del possibile, un percorso di recupero quanto più tempestivo possibile.

f.angelini

© riproduzione riservata