Sabato 27 Marzo 2010

Bolletta da 11 mila euro
Ma è stato un errore

VERTEMATE CON MINOPRIO Quattro mesi di utenza, 11mila euro di gas. Non ci sarebbe da stupirsi se si parlasse di un'industria o di un ospedale. Suona strano, invece, se a vedersi recapitato quel conto è l'inquilino di un mini appartamento di 35 metri quadri. Fabio Reitano, nato a Bronte 39 anni fa, è tornato dal 1° agosto a occupare un appartamentino al piano terra di una corte in via Raimondi, a Vertemate con Minoprio, chiedendo la voltura a suo nome di tutte le utenze, compresa quella del gas.  Inviata a Enel gas la lettura del contatore, dal 2 novembre gli è stato intestato il contratto ma non ha mai ricevuto la fattura. Pochi giorni fa, con grande stupore, si è visto recapitare a casa dal postino quattro fatture per un importo totale di 10.745 euro, pagabili entro il 6 aprile. Immediata la richiesta telefonica di spiegazioni, a cui è seguita l'indicazione di inviare un fax per chiedere la rettifica.  «Quella notte non ho dormito - racconta Fabio -. Avevo già vissuto in precedenza, con la mia compagna, in questo appartamento e al massimo avevamo speso 400 euro di gas per un anno intero. Ora ho ricevuto quattro fatture, per il periodo da novembre a febbraio, che oscillavano fra 2.400 e 2.900 euro l'una, per un totale di 15.600 metri cubi. L'errore è evidente, anche perché sono a casa solo la sera e nel fine settimana, ma il timore è che me li facciano pagare per poi restituirmeli in un secondo tempo, come successo a mia madre in Sicilia qualche anno fa. Io però quei soldi non li ho nemmeno quindi non saprei proprio come fare».
Il contatore dice che da quando è rientrato nell'abitazione, Fabio Reitano ha consumato circa 300 metri cubi. Secondo Enel gas il problema risale all'atto della voltura contrattuale, anche se sostengono di non essere in grado di stabilire chi abbia commesso l'errore, l'utente nel segnalare o l'operatore nel digitare. È stata quindi inserita una stima annuale di consumi non congrua, cioè 25mila metri cubi. Per questa cifra, inoltre, è prevista la fatturazione mensile.
Riconosciuto l'errore, l'azienda ha già sospeso il pagamento delle bollette, evitando le azioni di recupero credito in casi di mancato pagamento e provvederà nei prossimi giorni a emettere le nuove fatture corrette.

f.angelini

© riproduzione riservata