Sabato 27 Marzo 2010

Bimbo di 9 mesi ustionato
con l'acqua bollente

ROVELLASCA Momenti di grande paura nel primo pomeriggio di venerdì per un incidente domestico che si è verificato in una casa in via XX Settembre.  Da quanto è stato possibile ricostruire, un bimbo di origini marocchine di nove mesi è rimasto seriamente ustionato rovesciandosi addosso la pentola con acqua bollente, dopo averla urtata con il manico di una scopa in cucina. Pare che il bambino, in quel momento nel girello, stesse giocando con il fratellino di tre anni, quando appunto il manico dello spazzolone con cui i due piccoli si stavano divertendo è finito contro la pentola, con l'acqua bollente che si è purtroppo rovesciata sul bimbo.
La madre, che ha avuto il tempo di rendersi conto di quello che stava per accadere, con un gesto fulmineo ha cercato di fare tutto il possibile per riuscire ad allontanare in tempo il bimbo, ustionandosi a propria volta ad un braccio. Resisi subito conto della gravità delle ustioni, i genitori hanno portato il bambino in braccio alla vicina sede della Croce Azzurra di Rovellasca, dove i volontari hanno fatto immediatamente intervenire l'elisoccorso del 118.  Il bimbo è stato in un primo momento portato all'ospedale Sant'Anna di Como e, in un secondo frangente, trasferito al centro grandi ustionati di Verona. Dai primi accertamenti medici, risulta che il bambino abbia riportato ustioni di secondo grado sulla schiena, all'inguine e sulle gambe.  Fiato sospeso quindi ora in paese, e in particolare nella comunità marocchina, per il bimbo rimasto seriamente ferito, ma che tutti sperano possa riuscire a riprendersi presto.

f.angelini

© riproduzione riservata

Tags